Posts Tagged ‘WhatsApp’

What Scapp

giovedì, novembre 6th, 2014

I 10 motivi per i quali alla doppia spunta blu non vi ha comunque risposto

10 E’ il mio schermo che ha problemi da tempo

9 Non sono blu sono verdine

8 Io ho un modello vecchio in bianco e nero

7 La doppia spunta impalla il sistema e non fa più rispondere

6 La notifica è collegata con meteo.it, è un indicatore meteorologico

5 La notifica è collegata con l’Accademia della Crusca: sono virgolettati

4 Perché sia certificata l’avvenuta lettura devono esserci tre spunte blu

3 Perché sia certificata l’avvenuta lettura ci deve essere anche l’occhialino da presbite accanto

2 Gli hanno rubato il cellulare

1 Vedi, a comprare a i telefoni dai cinesi?

Esci da questa Top

martedì, febbraio 25th, 2014

Siccome “ho sbagliato tante volte ormai che lo so già” ma tutte poi perseveriamo – e sbagliare è umano ma perseverare è donna – offro all’utenza un rapido prontuario per una cernita ragionata degli inviti o presunti tali.

Top Ten di Quelli dai quali non accettare manco il primo appuntamento

10 – Quello che ve lo chiede su WhatsApp: no, dico, manco una telefonata?

9 – Quello che ve lo chiede su Facebook: no, dico, manco gli 89 centesimi annui per WhatsApp?

8 – Quello che ve lo chiede iniziando con “poi magari un giorno”: poimagariungiorno non è una data, è un auspicio. Al quale non si risponde sciogliendo voi l’ineffabile con un “si certo, domani??”

7 – Quello che non ve lo chiede proprio: è il caso più diffuso, quello che voi pensate che ve lo stia chiedendo ma non è possibile rintracciare nella conversazione la sequenza di queste parole chiave: mercoledì- vorrei-uscire-con-te-

6 – Quello che per la prima volta sceglie un convegno diocesano: è inutile che ridiate, ormai è il tipo di invito più diffuso. Molto gettonati sono i sermoni sui 7 vizi capitali (contro, naturalmente, quelli di incoraggiamento magari potrebbero addirittura arraparvi e inzurlirvi) o a quello sulla Genesi. Di norma in nessuno dei casi registrati si è andati oltre la sua entrata in Seminario e il vostro ingresso nell’ateismo.

5 – Quello che ve lo chiede con un sms comprensivo di errore di battitura: affidereste la vostra vita a uno che non riesce ad avere il controllo manco della propria tastiera di smartphone, che presumibilmente è la cosa più cara che ha al mondo?

4 – Quello che ve lo chiede specificando che “ci vediamo direttamente lì così poi se facciamo tardi sei già con la tua macchina”. Non sta incentivando la vostra autonomia personale ma la sua atavica pigrizia: quello che si stufa di riaccompagnarvi già oggi si sta portando avanti con il mollarvi in mezzo a una strada anche domani.

3 – Quello che per la prima volta sceglie un ristorante vegano bio a km zero alcol free: nel migliore dei casi vi parlerà tutta la sera della sua nutrizionista e molto prima che immaginiate realizzerà che anche voi siete una proteina animale dalla quale tenersi salutisticamente alla larga.

2 – Quello che per la prima volta vi invita insieme alla sua ex con il suo attuale: non sta invitando voi, sta verificando il lavoro del suo analista degli ultimi dieci anni

1 – Quello.
Lo sapete benissimo chi è. Quellocolqualenondovevateaccettaremancoilprimoappuntamento effiguriamocirivederloadesso.

Lucia ci spia

lunedì, luglio 1st, 2013

Così come trovo irragionevole l’impetuosa corsa a sposarsi, altrettantemente ammiro quella a sapere. Parlo della fitta rete di spionaggio di coppia che imperversa dalle Alpi alle Piramidi dello Stivale e che soprattutto nel solstizio estivo si riacutizza all’approssimarsi dei mariti presuntamente soli in città e delle mogli presuntamente sole al mare.

Se vi state dunque agitando per il Datagate e perché la Cia ci spia non avete idea di quello che, contemporaneamente, sta facendo vostra moglie Lucia.

Al netto di quanto già descritto su queste pagine dell’opera di Lady Vendetta e di quella della mia amica Marina che per favorire gli appostamenti si è comprata un intero guardaroba all’uopo, è ora che sappiate che qualsiasi sms, messaggio privato su Facebook, email o tacchinamento che lasc una qualsivoglia traccia stiate seminando è già archiviato in un apposito file di vostra moglie barra marito barra compagno.

Ciò di cui dovreste avere una fottutissima fifa non sono le cimici piazzate nelle consolari stanze e neanche quelle ipotetiche messe nella coniugal dimora: ciò dal quale dovreste iniziare a guardarvi è il senile cazzeggio che continuate ad affidare a messaggi che di privato non hanno più nulla. Perché la debacle che si sta abbattendo sui Tribunali italiani -sezione separazioni e divorzi- non è più firmata né Tom Ponzi e né Inception ma si chiama Whatsapp.

Snowden ve lo dico, a Lucia je fa un baffo: perché mentre quello sta rinchiuso all’aeroporto di Mosca, dove presumibilmente resterà a vita tipo Tom Hanks in “The Terminal”, lei con un agevole clic, si è scaricata Spy your love da Fastweb.

Dunque non serve più manco un Dominic Cobb che si occupi di estrarre i segreti dalle vostre menti mentre dormite. Molto più facilmente, e da tempo, vostra moglie Lucia sta archiviando il traffico messaggistico mentre siete, o pensate di essere, molto molto svegli.

Uozzàpp, se l’amore eterno arriva in modalità Groupon

martedì, novembre 20th, 2012

Cara Meri Pop,
perché la gente ti scrive su Whatsapp “Sarò sempre con te”, quando per altro nessuno glielo aveva chiesto di stare con me, poi invece sparisce e non si fa più né vedere né sentire? Cosa spinge l’uomo a lanciarsi in profferte eterne non richieste salvo poi dissolversi nella messaggistica spaziale e mai più riapparire?
Tua Viber

Cara Viber,
come abbiamo detto più volte l’uomo è prevalentemente una macchina semplice: azione-reazione, in-out, on-off. Siamo noi che troppo spesso leggiamo ciò che non scrivono. Anche su WhatsApp. In questo caso mi sembra che il nostro uomo non abbia dato alcuna falsa indicazione: sarò. Futuro semplice. “Indica situazioni ed eventi presenti e futuri che risultano in qualche modo incerti; il futuro viene spesso preferito al presente per indicare eventi futuri quando l’evento è situato a notevole distanza di tempo nell’avvenire”: tesoromio l’evento, lo dice anche la Crusca, è situato a notevole distanza di tempo.
Dice ma quanto? Ah non lo so ma certo non ora.
Poi c’è quel “sempre”, è vero: e infatti, avverbio di tempo, “per sempre: per l’eternità, definitivamente”. E ma mica specifica a partire da quando.

No, tesoro, scusa ma sei tu che ti stavi facendo un film e anche un multisala su un futuro semplice e un avverbio di tempo, sia pure ben accostati. Poi ricordiamoci, care, che Whatsapp è gratis. Voglio dire che se sei deciso veramente a firmare una cambiale in bianco per l’eternità io mi aspetto che almeno tu ci investa 10 centesimi. Il capitale di rischio, diciamo. Perché mo’ va tuttobene ma l’amore eterno in modalità Groupon proprio no, eh.
Tua Meri