Posts Tagged ‘weekend’

Com’è andata a finire: Sciòcolat

lunedì, dicembre 20th, 2010

Ve la ricordate?

Dunque, è con estremo orgoglio che vi annuncio che Libera il Weekend è, effettivamente, felicemente, finalmente Occupata il Weekend.

Dopo sei mesi di timoroso traccheggio sulle sparizioni dell’uomoquasigiusto-giornalista-sempre-irreperibile-nel-weekend, ha preso il coraggio a quattro mani, una stampata della pagina di Supercalifragili con la versione di Elle, quella di Meri e i vostri commenti, lo ha convocato in un bar per una cioccolata calda, ci ha messo un’ora per prepararsi cambiando dieci volte l’assemblaggio dei componenti, si è comprata un cappellino nuovo, è uscita di casa, lo ha baciato sulle labbra fuori dal bar, sono entrati insieme, si sono diretti al tavolino abbillè, gli si è seduta di fronte, hanno ordinato due cioccolate calde con la panna, ha preso fiato e gli ha chiesto:

-Caro, quanti figli hai?

Due. Ne ha due. 

Il poverino ha tentato una patetica (mi scusi il collega ma, credimi, si poteva fare di meglio) autodifesa dopodiché Libera il Weekend gli ha rovesciato la vaschetta con la panna sulla testa, si è risistemata il cappellino e ha preso la porta dell’uscita, inutilmente inseguita da Occupato il weekend ma Accannato Per Il Resto Della Vita.

Poi, il venerdì sera, ha accettato l’invito a cena di un Sempre Libero Per Te che da tempo non faceva mistero di apprezzarla un bel po’. Eeeeee……..

Weeky week

giovedì, dicembre 2nd, 2010

Cara Meri,
mesi fa, dopo uno sdoganamento di anni, finalmente arriva quello quasi-giusto. Il quasi era per la scaramanzia. Incredibile a dirsi ma è l’uomo da una discreta serie di A: affascinante, affidabile, amabile. Però. Però fa il giornalista. E non c’è quasi mai. Soprattuto il weekend nel quale, letteralmente, svanisce nel nulla.
Ora, Meri, scusa, pure tu lavori intensamente tutti i weekend? I tuoi colleghi? Le tue colleghe? Ma dico, lavori si, ma sparisci proprio? Che vi succede nelle redazioni il weekend? Che neanche puoi rispondere al telefono? Neanche a un messaggino?
Allora mi è venuto un sospetto. Ma ancora non gliel’ho chiesto.
Lo chiedo?
Libera Il Weekend

Cara Adoratrice dell’uomo dalla tripla A,
dell’affollatissimo elenco di inenarrabili nefandezze delle quali è responsabile il giornalismo italiano, pari solo all’elenco dei motivi per i quali è assolutamente sconsigliabile innamorarsi di un giornalista italiano, la sparizione di ogni prova di esistenza in vita per 48 ore di seguito non è giustificabile neanche per Paolo Bonaiuti che pure, comprensibilmente, ci ha il suo bel da fare e non solo nel weekend.
Ho dunque ritenuto di sottoporre il caso a una mia esimia collega, giornalista anch’Ella ma con più colleghi monitorati e sotto torchio all’attivo, essendo Ella il loro capo. Ed Ella, Elle, questo ti dice:

Cara Libera il Weekend,
chiedi se vuoi davvero sapere. Ma temo che la risposta non ti piacerà. 
A questo punto  prova a sparire tu durante il resto della settimana. Tanto, persa per persa, almeno ti eviterai pietose bugie o sgradevoli verità. In più ne uscirai di scena a testa alta. E il week end sarai Libera per scelta.
Elle
P.S.
Meripo’, che dici, va bene? Io farei cosi’. Oppure, te lo dico chiaro chiaro, lo prenderei a randellate sotto casa. Ma non so se la nostra Libera ha un buon pool di avvocati (perché sennò, senza il pool, Libera ci rimarrebbe ben poco).