Posts Tagged ‘ultimo concerto’

Così chiude una Nazione

domenica, giugno 16th, 2013

Non so quanto costasse l’Orchestra sinfonica nazionale greca, non so quanto valenti fossero i suoi musicisti, non so quanto si risparmierà ora che è chiusa.

So che è anche così che può chiudere una Nazione: chiudendo prima  la sua televisione, poi la sua Orchestra sinfonica e aspettando che l’eutanasia culturale faccia il suo corso fino alla fine.

Se potete guardatelo, questo video. Una Nazione può chiudere in un caldo giorno di giugno mentre noi siamo spalmati su un lettino al mare, può chiudere eseguendo l’ultimo concerto in maglietta e prendisole, senza neanche l’ultima dignità di un abito scuro. Una Nazione può chiudere mentre la sua orchestra sinfonica suona l’ultimo atto in lacrime. E si alza tutta in piedi al momento dell’Inno nazionale. Sconfitti. Ma ancora in piedi. Chissà per quanto.

Una Nazione nostra dirimpettaia di pianerottolo può chiudere senza che neanche ce ne accorgiamo (io, per dire, ho visto la foto che vi allego sulla bacheca del socialcoso di Matilde), può chiudere in titoli di giornale travolti dall’afa più che da quella fine. Una Nazione può chiudere così: portando in tribunale gli spartiti insieme ai libri contabili. Perché ci sono cose che certificano il nostro essere in vita come popolo ancor più che il bilancio dello Stato; sono le cose che ci tengono insieme perché ci appartengono nel profondo: la nostra cultura, la nostra musica, le nostre radici.

Valori non quantificabili. Impossibili da iscrivere a bilancio. Eppure determinanti per sancire il lento declino di una cultura: perché quando ci accorgeremo di avere conti meno malconci ma un vincolo di popolo in sala rianimazione, beh sarà troppo tardi anche per suonare la riscossa. Perché l’orchestra avrà già chiuso da un pezzo.