Posts Tagged ‘SuperPippo’

Di Superman, pippe e Superpippe

venerdì, maggio 29th, 2015

Meripo’  scusa,

metti che anni fa due persone si incontrino per lavoro, lui è più giovane. Capiscono subito di avere una fortissima attrazione, sebbene non accada nulla. Metti che il tempo passi, i due si sentono per le feste comandate e compleanni. Metti che però a ogni telefonata o casuale incontro si percepisca sempre che tra i due aleggia un sospeso importante ed intrigante.

Lei fa finta di nulla. Lui pure. Poi lei si sposa. Passano altri anni, feste comandate, compleanni. E c’è sempre quel filo inspiegabile che continua a legarli.

Metti che il matrimonio di lei entri in crisi, metti che lui rientri in Italia. Si scrivono, si sentono, lui le dice che rispetta la sua vita.

Metti che infine si rivedano. E ri-scatta la magìa. Ma poco dopo lui inizia con lo show, quello che tante volte abbiamo letto e sentito: sai il lavoro, sai ho appena avuto una promozione, non ti voglio perdere ma come faccio, non ho tempo. E l’ultima volte aveva anche un forte raffreddore. A volte pare geloso, fondamentalmente non lo è. E non c’è da scomodare la sindrome del martello. Ma, se vuoi qualcuno davvero, vai e almeno cerchi di prendertelo.

Ora però direi anche che basta, noo?

Forse lui vuole mostrarsi l’uomo-che-non-deve-chiedere-mai, per lei è diventato uno str.. stupidino. Quindi, oltre alle pippe mentali, ci sono anche delle gran pippe. Ecco Meripo’ questo volevo dirti.

Tua Chèrie

Cara mia,
bei tempi quando già alla seconda riga di lettera narrante le gesta di qualche esponente del sesso a noi avverso mi scattava in automatico il tasto che-stronzo. Ma stavolta son giorni che leggo e rileggo e non scatta. O almeno non scatta del tutto. E’ vero lui mo’ temporeggia e traccheggia. Però quella “impegnata” sei tu. E’ vero:  se vuoi qualcuno vai e cerchi di prendertelo. Ma quand’anche il Traccheggiatore si presentasse troverebbe in qualche modo occupata te, tesò. Questo dobbiamo dircelo.

Certo resta il fatto che, aspetta e aspetta, poi finalmente lui si decide e, mentre siamo lì a sognare sull’agognato arrivo del nostro principe quello si fa fermare da una rinite allergica. E in questo, sì, hai ragione: uno aspetta Superman ma alla fine rischia di ritrovarsi con Superpippa. Non è tanto il caso in oggetto quanto una nostra predisposizione genetica: rincorrere gli impossibili, rassegnamoci.

Tutto ciò premesso auspicherei l’acquisizione di un parere di esponente del sesso a noi avverso. Ed è per questo che lascio la tastiera al Professor Pi.
Per ora ti abbraccio
Tua Meri

Cara Chèrie,

Meri mi ha passato il tuo messaggio chiedendomi un parere. Succede spesso, a noi ricercatori, di vivere nel dubbio, è la molla che ci fa andare avanti: e anche in questo caso non riesco a trovare un indirizzo univoco. Provo, quindi ad elencarti  una serie di riflessioni che spero possano essere utili :

– Al di là della questione di età, che non mi pare rilevante, perché, se  l’attrazione (non solo fisica) era così forte e ripetutamente verificata, hai poi sposato un altro?

– Dal messaggio si evince che lui ti ha aspettato e ti è stato vicino a lungo, anche dopo la tua scelta di un altro: ma non sarà che oggi si aspetti un tuo deciso passo nella sua direzione ?

– Ti ha aspettato, ti ha pensata, ti è stato vicino. E’ come se si fosse caricato di elettricità nel tempo. Potrebbe essere che al contatto si sia scaricato ma non riesca ad accettarlo con se stesso, prima ancora che con te e per questo traccheggia?

– Che abbia solo voluto aggiungere una tacca alla sua pistola? Cioè è uno stronzo?  Sarebbe la risposta più facile e anche la più consolatoria. Ma magari non quella vera.

tuo Pi

P.S.
Chèrie qua non ne viene a capo manco la scienza. Speravo in un Teorema del Traccheggiatore, in un Postulato del Fantasmino Amoroso. Manco quello. Tocca aspettare. Perché, di questo sì sono sicura, non credo finisca qua. Facci sapere.
Tua Ri-Meri