Posts Tagged ‘spread’

Coveri ma belli

martedì, luglio 24th, 2012

Interrompiamo momentaneamente l’ansia da spreadizzazione per comunicare che giusto poco fa è entrato il mio amico Lucio nella stanza, siciliano, classe presumibilmente anni ’40 il quale, guardando scorrere su Rai3 la pubblicità di “Correva l’anno” con immagini anni ’50, ha esordito dicendo:

-Pensare che mia suocera, donna Caterina ormaipaceallanimasua, ogni volta che rivedeva questi filmati diceva
-Belli, belli quei tempi
e io di rincalzo aggiungevo
-E ti credo, eravate tutti giovani
E lei invece giungeva le mani e scuotendo la testa spiegava
-No, noooo, è che eravamo così poveri, così poveri… e così felici

Giusto ieri, invece, sul socialcoso cinguettante c’era un gioco a inventare #filmgriffati e a un certo punto uno ha scritto Coveri ma belli.

Ora non so se il declino dei tempi e soprattutto mentale mio sia tale da scivolare in un amen e a propria insaputa nel sistavameglioquandosistavapeggio eppure, per un attimo, io ho pensato che donna Caterina paceallanimasua aveva ragione.

Via con l’Avvento 17/Rimetti a noi i nostri debiti

lunedì, dicembre 19th, 2011

Se tutto fosse detto e fra noi due il conto si saldasse, avrei ancora con il tuo corpo un debito.
Luis Cernuda

Antonio Canova, Psiche rianimata

Essendo il presente calendarietto dell’Avvento fatto apposta per agevolare la ripresa di fiducia e la risalita dello spread amoroso non mi salta neanche per l’anticamera del cervello di dirvi, ora, che comunque pure la Bce s’è stufata di fare il pronto soccorso comprando titoli e pagherò. Evvabbè.

La linea immaginò: mo’ basta cialtroni

mercoledì, novembre 16th, 2011

Quindi eccoli, tutti gli uomini del Presidente. E non so quanti precedenti ci siano di tre persone toste sedute contemporaneamente sulle sedie di Interno, Giustizia e Lavoro. Che poi sono anche donne.

Ci sarà tempo di commentare, documentarsi, monitorare, seguire, controllare. Ma, a caldo, mi viene in mente una cosa anzi due. La prima, mentre mi s’accavallavano i pensieri con lo spread, nel frattempo l’ha mirabilmente riassunta la Benedettadonna amica mia su Facebook, e ve la piazzo qui: 

“stupirsi perche ci sono 3 donne competenti in 3 ministeri chiave e perche non c’è il ministero della GGGioventù o perchè anzichè del federalismo c’è un ministero per la coesione territoriale dà esattamente l’idea di quanto da oggi dovremo davvero andare di corsa”. (cit. Benedetta Marino) 

La seconda è che speriamo che ‘sta lista, che l’abbiamo aspettata come quella di Schindler, possa segnare un confine, fare da linea Maginot dei diritti fondamentali: che mai più ci si debba turare nasi e accontentare di bassi o infimi profili. E che le categorie donne, cattolico, laico non esistono: esistono persone competenti ed esistono cialtroni.

Che pure i competenti possono sbagliare. E diventare cialtroni. Però noi a partire dai cialtroni basta. E dunque da mo’ è l’ora di mobbasta cialtroni.

Poi non è che è solo lo spread che si rompe i coglioni, eh

lunedì, novembre 14th, 2011

Elenco dei partiti politici che Mario Monti deve incontrare (a cui vanno aggiunte quelle delle parti sociali da Cgil-Cisl-Uil alla Confindustria).

– Fareitalia per la Costituente Popolare – Liberal Democratici-MAIE
– Liberali per l’Italia – PLI
– MPA-Movimento per le Autonomie-Alleati per il Sud – Noi per il Partito del Sud Lega Sud Ausonia (Grande Sud) – Repubblicani-Azionisti
– Sud Tiroler Volkspartei
– Union Valdotaine
– Unione di Centro
– VersoNord
– Movimento Repubblicani Europei
– Partito Liberale Italiano
– Partito Socialista Italiano
– Rappresentanza Socialista Gruppo UDC-SVP-AUT:UV-MAIE-VN-MRE-PLI-PSI – Popolo e Territorio
– Noi Sud
– Libertá ed Autonomia
– Popolari d’Italia Domani-Pid
– Movimento di Responsabilitá Nazionale Mrn – Azione Popolare
– Alleanza di Centro Adc
– Coesione Nazionale
– Io Sud
– Forza del Sud
– Liberali per l’Italia
– PLI
– Unione di Centro per il Terzo Polo
– Alleanza per l’Italia
– MPA-Movimento per le Autonomie-Alleati per il Sud – Italia dei Valori
– Partito Democratico
– Futuro e Libertá per il Terzo Polo
– Il Popolo della Libertá
– Lega Nord Padania

Poi non è che è solo lo spread che si rompe i coglioni, eh. Che Trony in confronto fa ridere

Timori a Budapest: non vogliamo finire come l’Italia

mercoledì, novembre 9th, 2011

Aggiornamento dell’italiaca situazione tramite un tweet di Stefano Menichini:

Agenzie dall’Ungheria: «Timori a Budapest: non vogliamo finire come l’Italia». Chi me lo doveva dire #aitempidelMuro

No, guardate io mo’ stacco anche il citofono.

Preparare le scialuppe

mercoledì, novembre 9th, 2011

Riassunto della situazione attuale così come vista dall’autobus 71 stamane in Roma:

Ragazzo legge Ipad, signora: “Nun c’è da legge: ‘a situazione è che prima s’è fatto i cazzi suoi e mo’ so’ cazzi nostri”. (scusate le licenze poetiche).

Intanto: ++ CRISI:RENDIMENTO BTP VOLA AL 7,35%, SPREAD A 563 PUNTI ++

L’Italia spreadfonda e anche Ladispoli non si sente bene

martedì, luglio 12th, 2011

Le priorità della politica mentre l’Italia spreadfonda:

TURISMO. LEHNER: I COMUNISTI MORTIFICANO LADISPOLI

Roma, 12 lug. – “I giá comunisti pretendono di governare l’Italia, benchè dimostrino di non saper amministrare neppure il Comune di Ladispoli. La cittá di Ladislao, da troppo tempo in mano agli ex trinariciuti, realizza la sua vocazione turistica solo due mesi all’anno – luglio ed agosto -, ma sindaco ed assessori le provano tutte per mortificare Ladispoli beach”. Lo dice Giancarlo Lehner, deputato di Popolo e Territorio.
“In piena stagione turistica- informa Lehner- sono spuntati divieti di sosta a tutto spiano su vari lungomare, facendo pentire quanti hanno scelto Ladispoli per i bagni di mare. La ragione è surreale, tipica di chi ragiona senza ascisse ed ordinate: ricolorazione delle strisce blu. Ma proprio a luglio?”

Si, scusate, lo so che fa caldo e questa è un po’ lunga ma volevo tranquillizzare voi, i mercati e i supermercati: il pensiero che la politica vigila sulle strisce blu di Ladispoli vi accompagni e vi protegga sempre.

L’Italia è una Repubblica affondata sul tinello

lunedì, luglio 11th, 2011

P4. SCAJOLA: CASA TREMONTI? PUO’ SUCCEDERE…
 “Sono sbagli ma può succedere”. Questo il commento di Claudio Scajola in merito alla vicenda dell’appartamento occupato e poi lasciato dal ministro Tremonti.
“Uno spesso è impelagato tutto il giorno- ha osservato- e poi non pensa a queste cose”.

Ecco, è proprio questo il punto: la Borsa affonda, la disoccupazione esplode, lo Spritz è un ricordo e ormai affoghiamo solo nello Spread.

Quindi, visto che a tutto questo non ci state pensando proprio, a che caspita state pensando?