Posts Tagged ‘Samantha Cristoforetti’

Birdwoman

lunedì, febbraio 23rd, 2015

Curioso osservare come, insieme a un’avanzata di riflusso sottomissionista, le donne italiane non abbiano mai alzato così in alto la testa come ora. E non intendo solo la testa di Samantha Cristoforetti che se ne sta proprio fra le stelle ma non fra le nuvole: penso a quel red carpet che stanotte è diventato green-white-red con l’Oscar a Milena Canonero per i costumi di Grand Budapest Hotel. E penso anche a Fabiola Gianotti, prima donna a guidare il Cern. Penso, inoltrre, a tutte le eccellenze che ho intorno, alcune vanno sui giornali ma la maggior parte no ed eccellono, come spesso accade alle donne, in silenzio.

Tutto questo per dire cosa? Che la migliore risposta alle ondate remissiviste, sottomissioniste, geishiste, oscurantiste e statevacasiste e quant’altro, le donne la stanno dando in silenzio: con i fatti. Perché, diciamocelo, quale migliore risposta può esserci a chi invita a starsene a casa a fare la calzetta, se non quella di vincere un Oscar come costumista?

Samantha in the sky e in the smile

domenica, novembre 23rd, 2014

Partita

Il suo nome detto questa notte
mette già paura
sarà diversa bella come una stella
sarai tu in miniatura

Samantha Cristoforetti - Foto Esa

(Sapete che hanno scritto su Twitter? “Ecco solo una Donna può sorridere in questo momento. Grande onore” RG)

E se è una femmina si chiama già Futura

venerdì, novembre 21st, 2014

Partirà domenica alle 21.59 ora italiana. La sua missione, battezzata “Futura”, durerà sei mesi ed è stata realizzata dall’Agenzia Spaziale Italiana in cooperazione con la NASA. Destinazione ISS, Stazione Spaziale Internazionale. Lei si chiama Samantha. Samantha Cristoforetti. Ed è la prima astronauta italiana.

Sul socialcoso quell’altro si chiama @AstroSamantha. Se volete andare in orbita potete farlo seguendola. Intanto oggi è arrivato il taxi:

Il taxi di @AstroSamantha - Foto via Paolo Attivissimo

Ora sarà perché sono reduce da Interstellar, sarà perché ogni volta che la vedo apparire mi entra in scena con il sottofondo di Lucio Dalla “Futura” ma questo sembra proprio un anno spaziale. Che davvero “chissà chissà domani su che cosa metteremo le mani” e pure i piedi. E “se si potrà contare ancora le onde del mare e alzare la testa”.

Si, domenica sarà “una notte di fuoco”.  Nella quale chissà quanti nostrifigli nasceranno. “E chissà come sarà lui domani, su quali strade camminerà, cosa avrà nelle sue mani. “Si muoverà e potrà volare” ma soprattutto, come Samantha, “nuoterà su una stella”, come sei bella. E se è una femmina si chiama già Futura.