Posts Tagged ‘Ruby’

Belsito Francesco, nominato per “studiare”

martedì, novembre 15th, 2011

Belsito Francesco, Lega Nord, sottosegretario. Per un giorno. Che la sua nomina era stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale giusto ieri. Nominato da Bossi Umberto. Per “studiare”. Vabbè, almeno uno in famiglia dovrà pur farlo.

Nominato, stavo a dì, per “studiare e confrontarsi sulle questioni istituzionali attinenti al federalismo” e anche “per raccordarsi con le autonomie per lo sviluppo  in senso federale dell’ordinamento” nonchè rappresentare il governo nei lavori parlamentari”. Siamai il governo deve andare al bagno non si rimane scoperti. 

Però comunque Belsito aveva già iniziato ad operare. Solo che ricordava Sergio Rizzo sul Corriere della sera,  era “al tempo stesso vicepresidente della Fincantieri. Per aggirare il conflitto ha concluso che non fosse necessario dimettersi, ma soltanto «autosospendersi». È più semplice. D’ altra parte, è o non è Belsito sottosegretario alla Semplificazione?”.

Nel curriculum spicca anche un suo biglietto da visita rintracciato in casa di Ruby. Probabile volesse prendere qualche ripetizione o studiare insieme a lui.
Vabbè, buono spread a tutti.

Cose che favoriscono il clima di assoluta eleganza e decoro: il pacco

martedì, maggio 3rd, 2011

RUBY: EX MODELLA, MANDATA DA MORA A CASA PREMIER DENTRO UN PACCO
Milano – “Telefonai a Ruby per metterla in guardia, anch’io ho lavorato per Lele. Fu lui a mandarmi dentro un pacco infiocchettato a casa di Berlusconi a Roma: era la sua festa di compleanno del 2008. Allora io non sapevo a casa di chi stavo andando e neppure lui si aspettava una sorpresa del genere. Non mi fece avance e fu gentile”. Così l’ex modella polacca Ania Goledzinowsa racconta al settimanale Novella 2000 domani in edicola, il suo incontro con il presidente del Consiglio.

Good night and good luck

martedì, aprile 5th, 2011

Riepilogando: siamo governati da uno che credeva che Ruby Rubacuori fosse la nipote del capo di un governo straniero per cui, per evitare una crisi internazionale, la diede in affidamento a un’igienista mentale che a sua volta l’affidò a una brasiliana. E’ lo stesso che ha affidato il ministero dello Sviluppo Economico a uno che ancora non ha scoperto chi gli abbia pagato la casa e la Difesa a un assaltatore.

Ora possiamo andare a dormire tranquilli. “La colpa, caro Bruto, non è nelle nostre stelle, ma in noi stessi. Good night and good luck“.

Amara Carfagna

lunedì, marzo 7th, 2011

La ministra delle Pari Opportunità è molto soddisfatta per la situazione femminile nel nostro Paese. Qui la sua felicità.

E dunque Mara Carfagna testualmente afferma: “il governo sta lavorando senza sosta per valorizzare le donne del nostro Paese. E i risultati si vedono“.

E allora vediamoli un po’ ‘sti risultati, cara Amara:
 
Dice la ministra: “L’occupazione femminile, seppur in quadro economico difficile, aumenta lentamente, ma inesorabilmente“.

Dice l’Istat: “Cresce purtroppo il numero dei disoccupati, pari a 2.145.000, registrando un aumento dello 0,1% (+ 2.000 unità) rispetto a dicembre. Il risultato è sintesi della crescita della disoccupazione femminile e della flessione di quella maschile. Su base annua la crescita del numero di disoccupati è del 2,8% (+ 58.000 unità).

Dice la ministra: “I servizi a disposizione delle lavoratrici sono sempre più diffusi ed efficienti. Le normative che tutelano l’integrità e la salute delle donne sono sempre più complete“.

Dice la realtà: i bambini che hanno accesso agli asili nido in Italia sono l’11% (meno di un terzo dell’obiettivo di Lisbona 2010, 33,3%). La presenza femminile ai vertici delle società quotate in Borsa è il  5%. E, carriera, nelle Università sono donne il 45,2% dei ricercatori ma diventano professori ordinari il 20,1% e associati il 34,2%.

Qui quo e qua qualche proposta per cambiare.

Quanto al resto è vero che c’è stato “un lavoro senza sosta del governo per valorizzare le donne del nostro Paese” ma per ora è stato circoscritto agli orari del dopo cena e a ville private e dunque ancora non rilevabili nelle statistiche Istat.

E quindi nell’ attesa intanto direi, cara Amara Carfagna, almeno non prendiamoci per i fondelli: cornute e mazziate poi no, eh.

(Grazie a Pietro)

Erano presenti Bob Geldof per il Regno Unito e Karima el Marough per l’Italia

venerdì, marzo 4th, 2011

Nuove icone del glamour nostrano e stato dell’immagine italiana nel mondo al 4 marzo 2011:

1) “Al Ballo dell’Opera di Vienna erano presenti Bob Geldof simbolo del mondo rock ironico e postmoderno targato Regno Unito, la giovane soprano Anna Netrebko icona della nuova Russia e per l’Italia Karima el Marough”. Repubblica pag.2

2) BBC
Berlusconi scandal: Vienna ball for belly-dancer Ruby

Karima el-Mahroug and Richard Lugner dance at the Opera Ball in Vienna, Austria - 3 March 2011 
The teenager at the centre of a sex scandal involving Italy’s Silvio Berlusconi has made a stir in Austria as the guest of a local millionaire.

“I giornalisti austriaci migliori di quelli italiani: guardano la persona dentro”.
(“Vestito hollywoodiano oro e beige incastonato di brillantini, capelli mossi, e smalto rosso fuoco, Ruby ha lodato i giornalisti austriaci dicendo che sono molto meglio di quelli italiani: “fanno attenzione a quello che scrivono, guardano la persona dentro e non ti marchiano con parole che possono rimanerti attaccate addosso per una vita”)

O tempora o Lele Mora

mercoledì, marzo 2nd, 2011

Avevo promesso che mi sarei attenuta il più possibile ai temi consoni a un blog sentimentale su tacco 12. Infatti.
Dunque: Ruby Rubacuori si sposa. E’ da blog sentimentale, no?
E si sposa in Chiesa. Ce l’accompagna Lele Mora, attualmente indagato per sfruttamento della prostituzione minorile.
Quindi, al borsino odierno dei Sacramenti, Ruby è degna di sposarsi in Chiesa ma Piergiorgio Welby era indegno per i funerali.
O tempora o Lele Mora.

La spada nella Roccella

venerdì, febbraio 18th, 2011

Eugenia Roccella, a differenza di Rino Fisichella, ha risposto. Onore al merito.
Mi chiedo solo cosa possa spingere l’organizzatrice del Family Day a paragonare la proposta di legge sui Dico all’accusa di prostituzione minorile. (“Ricordo che il Family day era contro una proposta di legge sulle unioni di fatto, i Dico, ma nessuno in piazza San Giovanni invitava Prodi a dare le dimissioni”).

Dove fare dolci abusi e dei soprusi a te

mercoledì, febbraio 16th, 2011

Dimmi dove, quando

 

soprattutto quanto

Fardelli d’Italia

martedì, febbraio 15th, 2011

Italia 150 anni: da Silvio Pellico a Silvio Pelvico. (da Gimbo che, testuale, “l’ho letta ieri ma mica mi ricordo dove”).

La rivoluzione dell’ovetto Kinder

martedì, febbraio 15th, 2011

Qui, Quo e Qua.
Buona pastella a tutte.
Baci
Meri