Posts Tagged ‘ormoni’

La Giornata mondiale dell’apostrofo

venerdì, luglio 6th, 2012

E dunque purtroppo scopro solo alle ore 16, tramite un Comunicato stampa, che oggi è la Giornata mondiale del bacio. Già metà dei festeggiamenti e della cura è andata. 

Impietosamente si stila anche una lista di benefit dei partecipanti. Perché dice che
1) “durante il bacio il nostro corpo produce una quantità significativa di ormoni, tra i quali l’adrenalina, la dopamina e la serotonina”  con conseguente neurotrasmissione al nostro corpo “di benessere e gioia”.

2) “Altrettanto salutare è lo scambio di batteri” con i quali siamo stimolati “a produrre anticorpi che poi sono fondamentali per prevenire le malattie”.

3) “Il bacio permette di bruciare dodici calorie, quindi farlo più volte è un’ottima cura per dimagrire”.

4) “Allo stesso tempo molti muscoli vengono stimolati, così da diventare un salutare allenamento per il nostro corpo”.

Ora si consideri che, invece, c’è gente costretta a scolarsi Be Total immuno plus per le difese immunitarie, a ingozzarsi di prosciutto e bresaola con la Dukan per dimagrire e ad ammazzarsi di palestra, tennis, tai chi e pilates per farsi sti famosi muscoli. Per dire.

E dunque io vorrei sapere solo perché, porcamiseria, prima di proclama’ ste Giornate del cavolo, non vi assicurate che ci sia la materia prima da baciare?? Ehhh???

Che sarebbe poi, sta Giornata del bacio, la spending review di quella degli innamorati?

Guardate che è sovradimensionata pure questa, eh. Che qui c’è gente che soffre e s’offre ma non ci ha nessuno da bacià.

Se proprio volete fa’ una cosa utile allora fate la Giornata nazionale dell’apostrofo. Rosa. Che così magari li scrivete pure meglio, sticomunicatiinutilichememendate alle quattro.

Canzoni che hanno rovinato generazioni/ Maledetta primavera

mercoledì, marzo 21st, 2012

Insomma, Lorè, se solo t’avesse fatto causa un milionesimo di quelli che si sono percepiti innamorati nell’arco di un’ora, a quest’ora (appunto) saresti sul lastrico.

Perché prima della “Maledetta primavera” una era consapevole che in un’ora riusciva a malapena a valutare come ti porgeva la mano (fredda, calda, sudata, moscia, a ganascia), che calzini indossava (corto, bianco, di spugna, a volte tutti e tre insieme), cosa ordinava al ristorante, a chi faceva pagare il conto (e si Lorè, si innamorano in un’ora ma fanno alla romana in pizzeria al primo appuntamento) dunque dicevo prima della maledizione della primavera si sapeva cosa poteva accadere, al massimo, in un’ora.

Senonché tu hai sdoganato il più grande alibi mondiale: “che imbroglio se/ per innamorarmi basta un’ora”. Stavi, evidentemente, parlando di una sòla ma noi no: abbiamo voluto credere che in un’ora si, ci si potesse effettivamente innamorare. E manco sarebbe stata colpa nostra ma della maledetta, appunto, primavera.

Poi hai voglia a dire “che fretta c’era maledetta primavera che fretta c’era se fa male solo a me”: lì ci siamo arrivate dopo. Cioè troppo tardi. Che per il “Che resta dentro di me di carezze che non toccano il cuore” toccava aspettare la riga 23: capirai, quello ci aveva già sdraiate. Nel senso emotivo. Ma non solo. E si sa che purtroppo gli innamoramenti vanno testati quando si sta in piedi e non da sdraiati.
Perché, te lo ricordo, a riga 6 avevi messo “Che resta di un sogno erotico se/ al mattino è diventato un poeta”: cioè, mi spiego, una andava a dormire con lo scoparino e la mattina si risvegliava accanto a Neruda. E non si fa. No.
E infine quel “Lasciami fare/ come se non fosse amore” : e infatti non era amore, Lorè. Erano ormoni. Che, appunto, con gli attuali chiari di luna, solo quelli, al massimo, si risvegliano a primavera. 

Segnali di inarrestabile declino dell’Universo

venerdì, maggio 28th, 2010

Si lo so, Meri Pop – tra gli innumerevoli limiti – ha pure questa ingiustificata pregiudiziale nei confronti della micia nipponica. E va bene. Quindi già trasalì giorni fa quando nello scaffale del supermercato avvistò i salvaslip coi baffi:

Però poi pensò che qualsiasi cosa contribuisca ad alleggerire lo spirito in condizioni di obiettivamente devastante e ciclico appesantimento ormonale andrebbe salutata con lo champagne senza stare a fare troppo la difficile. Però. Però poi quando sto lì lì per convincermi e approdo sulle opinioni delle utenti:
L’Opinione più recente: … Qualche giorno fa la mia nipotina ha avuto il suo primo ciclo e mi ha chiesto di comprarle il salvaslip di Hello Kitty. (…) è stata una vera delusione perchè mi aspettavo anche sul salvaslip l’immagine di Hello Kitty invece c’era solo sull’ astuccio. (Qui, per chi volesse approfondire il tema).
Vabbè, volevi la micia pure là.
Però scusate ma qui, eh?
VANTAGGI: carinissima la gatta!
SVANTAGGI: poco confort, adesivi che non aderiscono, durezza della superficie
LO CONSIGLIERESTI AI TUOI AMICI: si
COME SI??? Santocielo è l’unica cosa che non deve essere dura, deve solo aderire e non farti sentire come la Binetti col cilicio, non fa un tubo delle uniche tre cose che deve fare e tu me la consigli?