Posts Tagged ‘mille’

Mille Pop

martedì, novembre 23rd, 2010

Caro Ramon,
riguardo quella interessante corrispondenza intercorsa nel mese di maggio, volevo dirti che non so se, oltre al Tevere, sia esondato pure quella specie di termometrino che conta gli accessi -e gli eccessi- qui sopra, però quel coso mi segna 1018. Ripeto: MILLEDICIOTTO.

Il video celebrativo che segue mi sembra abbastanza d’epoca per evitare la cazziata del professor Pi che peraltro qui ringrazio perché è evidente che, tranne le mie 25 lettrici, i 993 sono suoi.
Francè, è giusto il calcolo? Ci devo mettere l’Iva?
Sanniiiiiiiii.
Pres e First Lady in quota azionisti: visto che robetta?
Oh, Mena a Brea, non è che è avanzata un po’ di bagnacauda e pure quella specie di pesto rafforzato che aveva portato Marilla?
Le sex and the ciccia si preparino per le foto, che mo’ facciamo pure il calendario.  
Gimbo che mettiamo in frigo? Millesimato, manco a dirlo.
E ora tutti al Meri’s bar: offre Patù. Antonella, ariprendi ‘sto Frecciarossa.
Gruppo terzopiano, dai scendete che stappiamo con il Comitato Lasciauncommento.

Nomfup… tenchiù tenchiù tu iù.

Prof Rob May, come Fiona proprio: arrivate in volata, diciamolo, grazie a Fèisbuc.  I socialcosi, che invenzione.
Curly e Caroletta, ‘sta casa aspetta a voi.
Thumper e Beerbohm e tutti gli altri blogger e blogHER che ci leggiamo e magari non ancora ci scriviamo, e quelli che “ti leggo ma non scrivo”, tutti nel contatore: nel senso quelli che contano.  Quanto a “ti leggo ma non ti reggo”, “ti leggo ma non lo dire”, “ti scrivo ma non lo scrivere”, “te possino”, “te passino” e a quelli che sbirciano da sopra e sotto al Colle e da sopra a sotto il Po, a tutti gli sbirciatori tenchiùverimacc.

Cuori infranti, sfranti e affranti in tutti i luoghi e in tutti i laghi, unitevi. 

Oh, e la mia piccoletta punk, l’estetista, il barista, il capo condominio e last but non least l’unica, vera, star: la giovane older.  
Ammazza, ma quanti siamo?
Miguel, t’ho fatto disperare ma ora Salvator Dalì ti fa un baffo.

Ramon, a te chettelodicoaffà: beato chi ti si sposa.

Però, scusate, ora che ci penso: ma gli altri cinquantamilionimenomille, ma che caspita si stanno leggendo, nel frattempo?

Ciao Ramon
Tua Meri