Posts Tagged ‘Jennifer Aniston’

Il magico potere del riciccio

martedì, settembre 4th, 2018

Lo so, siete in quella fase in cui vorreste imbracciare la katana e rendere Uma Thurman una principiante. O forse in quella in cui vorreste affogarvi nel barattolo della Nutella mai più riemergendone. E’ stato a sbomballarvi mesi, forse anni, con promesse, illusioni, miraggi, assaggi, tiraemmollaggi. All’inizio manco ve ne importava molto. Poi ci siete cascate. Ma vi ha veramente fregate quando s’è dato. E’ così: la terra gira intorno al sole, la forza di gravità si percepisce davvero dopo i 50 e taluni spariscono appena arrivano al traguardo.

Matematicamente, però, tutti ricicciano. Anche Cocciante ci mise in guardia: “Non si perde nessuno”, cantò fra un cervo a primavera e una cornuta d’inverno. Non ci credemmo. Sbagliavamo. Perché fa parte delle leggi della fisica: Nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si riciccia. Si ripropone. Come il peparuolo mbuttito.

Uno dei nostri primi fari, a rischiarar le tenebre dell’iniziale smacco, fu: Jennifer. Jennifer che, al riciccio di Brad con un tristanzuolo invito a cena, mentre s’asciugava lo smalto sulle unghie a katana, disse

Grazie ma non ho tempo

Brad che l’aveva mollata per Angelinagiolì, eh, non per pizzaeffichi.

Eppure. Eppure qualcosa rimane, evidentemente, tra le pagine chiare e le pagine scure e pure tra quelle mezzeemmezze della vita, e confonde i suoi alibi e le tue ragioni e viceversa. Perché dopo due anni da quel Grazie-non-ho-tempo e dopo che le labbra le avevano entrambi spedite a un indirizzo nuovo, oggi Jennifer e Brad pare che forse sì, lei il tempo l’abbia trovato e, complice la villa di Clooney su quel ramo del lago di Como che altri Promessi sposi accolse, forse ricicciano.

E qualcosa rimane, dunque. E prima o poi qualcuno riuscirà pure  a spiegarci perché. E cosa sia un legame e come possa sopravvivere pure ad Angelina. Cercando una parola mi viene in mente “intimità”. Se ne può anche andare l’amore ma spesso è lei che resta: l’intimità. Questa:

Non è intimità
ciò che scopre o tocca.
È intimità
ciò che, anche a distanza,
lega.
E. Sayfadaki Gondelirer

 

Il magico potere del riciccio

mercoledì, dicembre 7th, 2016

Lo so, siete in quella fase in cui vorreste imbracciare la katana e rendere Uma Thurman una principiante. O forse in quella in cui vorreste affogarvi nel barattolo della Nutella mai più riemergendone. E’ stato a sbomballarvi mesi, forse anni, promesse, illusioni, miraggi, assaggi, tiraemmollaggi, stalkeraggi e lusingaggi. All’inizio manco ve ne importava molto. Poi ci siete cascate-i. Ma vi ha veramente fregate quando poi s’è dato. E’ così: la terra gira intorno al sole, la forza di gravità si percepisce davvero dopo i 50 e gli uomini spariscono appena v’avevano tramortite.

Matematicamente però, questo volevo dirvi, ricicciano. Anche Cocciante anni fa ci mise in guardia: “Non si perde nessuno”, cantò fra un cervo a primavera e una cornuta d’inverno. Non ci credemmo. Sbagliavamo. Perché fa parte delle leggi della fisica: Nulla si crea, nulla si distrugge e tutti si ricicciano. Si ripropongono. Come il peparuolo mbuttito.

E da oggi, signoremie, abbiamo un nuovo faro: Jennifer. Jennifer che, al riciccio di Brad con un tristanzuolo e scontato invito a cena, mentre s’asciuga lo smalto sulle unghie a katana, può dire

Grazie ma non ho tempo

Una tal Elizabeth Kubler Ross, psichiatra, teorizzò le 5 fasi dell’elaborazione del lutto, che molto si addicono anche a quel particolare lutto che è la fine di un amore. Finalmente, signore mie, possiamo aggiungere la sesta, la Fase Jennifer Aniston

1 Fase della negazione o rifiuto

2 Fase della rabbia

3 Contrattazione

4 Depressione

5 Accettazione

6 GrazieNonHoTempo

Aspettate. Aspettate, bellemie. Quel chitemmuorto ch’entro vi rugge non sprecatevelo ora. Avrete tempo. Che, al contrario di lui, è galantuomo.

jennifer