Posts Tagged ‘Il Foglio’

Black Blocker

mercoledì, luglio 24th, 2013

C’è dunque “qualcosa chiamato Ex Lover Blocker, un sistema che avvisa i tuoi migliori amici se, invece di tagliarti la mano, stai telefonando a un tuo ex che ti ha fatto soffrire” (Annalena Benini, Il Foglio). E questa mi pare oggi anche l’unica parte di rassegna stampa spammabile di qualche interesse.

Pare l’abbia ideata né Brin né Page né Zuckercoso, che pure agli amori sfigati deve tutto, ma la Guaraná Antarctica, il secondo soft drink più venduto del Brasile. Segno che ormai per dimenticarsi è inutile anche bere ma occorrono solo sistemi coattivi di privazione della libertà personale: “‘Ex-Lover Blocker’ invita l’utente a selezionare i 5 amici più stretti che avranno il compito di prendersi cura di lui e di controllare gli eventuali tentativi di riavvicinamento”.

Siamo dunque all’autocommissariamento, all’auto Wanted, altrimenti detto Fermateme. “Se l’innamorato tenterà di effettuare la chiamata, gli amici saranno immediatamente avvisati e accorreranno da lui per dissuaderlo da questo patetico intento e risollevargli il morale”.

Capite che se ci tocca trasformare i cinque migliori amici in bounty killer di noi stessi vuol dire che quella cosa che impropriamente chiamiamo amore è più realisticamente solo l’anticamera della seminfermità mentale.

Francamente, se potete, ve la consiglio

martedì, luglio 26th, 2011

Appurato che la mia situazione mentale è tale per cui i miei modelli di riferimento oscillano tra Inès de La Fressange e Franca Valeri, sabato scorso Nomfup mi ha mandato un cablogramma con su scritto “Lectio magistralis di Franca Valeri oggi sul Foglio imperdibile”. Infatti. E io volevo non farvela perdere manco a voi. Però non la trovavo postata da nessuna parte. E la mia irrefutabile attitudine alla pigrizia di trascrivervi dodicimilacinquecento battute mi ha convinto che da parte mia, anche in un’occasione così particolare, fosse meglio aspettare che se ne accorgesse qualcun altro linkabile qui sopra.

Oggi infatti la pubblica Dagospia, qui: se potete, Francamente, ve la consiglio. Che la Franca merita sempre. La Valeri.
(E anche la Bassi, che però ancora non ha fatto una lectio magistralis. Ma quando la farà mi auguro che vorrà almeno mandarcela in formato supercalicompatibile).

P.S.
Già che ci siete, su Nomfup, intendo, date un’occhiata qui e non ve ne pentirete.
(Buongiorno con 3 Channel, il salotto tv di Patrizia Rossetti, ospite Sara Tommasi che parla della vicenda bunga bunga (“Io mi ci sono esaurita” da “ragazza che è abituata a un certo perbenismo”). Uggesummio.

L’amore è

lunedì, giugno 20th, 2011

Un tempo me le segnalava Gimbo. Ora me le devo spulciare da sola e si vede. Arrivo sempre tardi. Però la lascio qui lo stesso:

Romain Gary, brillante diplomatico, marito della diva Jean Seberg, giornalista, sceneggiatore, regista e scrittore. Ebbe molte donne, che continuava ad amare anche dopo la fine delle relazioni. Come la volta che scoprì la malattia di una sua ex, amata trent’anni prima, ricoverata in un ospedale di Bruxelles: prese un aereo da Los Angeles, ma tornò indietro senza incontrarla.
“Era come rubare il nostro passato. Ci teneva a rimanere bella, ne sono certo. Così non sono andato a trovarla. Ed è rimasta bella. La più bella”.
(Oggi su Il Foglio – da Camilla Baresani su Sette 9/6)

Jean Seberg