Posts Tagged ‘Giorno della Memoria’

Le parole sono importanti

martedì, ottobre 23rd, 2012

Dunque succede che a Roma, nell’anno di grazia 2012, si siano verificate incursioni di formazioni neofasciste in alcune scuole: due ieri e tre oggi, blitz a gogò con tanto di fumogeni e parapiglia. Richiesto un commento sull’accaduto oggi il sindaco della Città Eterna, Gianni Alemanno, così risponde: “Mi sembrano manifestazioni tra il violento e il puerile”.

Ora, mi scusi Alemà, ma tra violento e puerile c’è il mondo intero: che la consuetudine con un dizionario in simili frangenti è sempre consigliabile. Lui lo spiega così: “Da un lato queste cose possono degenerare in cose piú gravi di un fumogeno” e “non è ammissibile entrare in un edificio pubblico con il volto coperto. Dall’altro sono puerili perchè non si può pensare di protestare con simili azioni”. Ma il punto è questo: lei deve decidere da che lato stare, credo.

Poi prosegue: “Tutto è finalizzato ad avere un titolo sul giornale quindi l’invito è quello di non dare troppo spazio a queste manifestazioni fatte da gruppetti di persone”.

Qui, mi scusi , ma non la seguo proprio più, perchè lei queste cose le ha dette da Cracovia, dove si trova per il viaggio della Memoria. E forse  è proprio la memoria che spesso non ci soccorre: perché, nel luogo nel quale si trova, tutto ebbe inizio da alcuni gruppetti di persone che tali erano prima di diventare grupponi. Poi plotoni e anche eserciti. E, vedi poi quanto sono importanti le parole, sui campi nei quali sterminarono i prigionieri c’era scritto “Il lavoro rende liberi”. Pensi se qualcuno si fosse accontentato di quella spiegazione e avesse ritenuto di non interferire con i processi produttivi.

Separati e accoppiati di tutto il mondo Unitàtevi

martedì, gennaio 31st, 2012

Volevo dirvi che per una che si occupa di cuorinfranti approdare anche in un posto che si chiama L’Unità più che ascriversi al capitolo giornalistico attiene al profetico: un segnale di speranza, in controtendenza con la deriva dei Maya. E’ la zattera lanciata al naufrago, l’Oroscopo 2012 di Paolo Fox tutto con Saturno pro, il gemellaggio con Lavoisier:
nulla si crea ma soprattutto nulla si distrugge; tutto si trasforma e una volta tanto non si trasforma in mazzate.

Insomma siamo qui e saremo ogni tanto pure allì con il “Sentimental Pop“. Una cosa tipo separati e accoppiati di tutto il mondo Unitàtevi.
E siccome me sto a invecchià e pure de brutto mi sono anche emozionata, a iniziare con il Giorno della Memoria.
Ora lo sapete, si, che se solo mi ricordassi tutti i vostri nomi ve dovrei inizià l’elenco dei ringraziamenti? Che fino a qui io mi ci so’ trascinata pure perché c’eravate voi.
E perché Ramon ha salvato sto sito dalla profezia dei Maya.

P.S.
-Meripo’ allora sta foto per il Sentimental Pop arriva o no?
-EEhh?
-U-NA-FO-TO
-Ma veramente io una foto decente non ce l’ho, ho guardato, ho guardato e allora ho chiesto alla mia amica Francesca che è una bravissima fotografa se me  ne fa una più tardi
-Io pensavo a una del viaggio in Africa
-EEehhh?
-NON-SER-VE-BE-REN-GO-GAR-DIN. MANDAMI-UNA-FOTO-DEL-VIAGGIO-IN-AFRICA
-Ah. Si. Si cel’ho. Te la mando. Eccola. Io sono quella con gli occhiali. Grazie. Ciao
-CI-A-O