Posts Tagged ‘filosofia’

Della settimana della Pippa e dell’arte di pensare

venerdì, maggio 26th, 2017

Dico la verità, io avevo già accettato alla parola “Aperitivo”. Ma c’è che quella dopo era “filosofico”. E insomma tipo lo Spritz con l’Aperol e con Kant dicolaverità mi attizza. Poi c’è che Claudia io l’ho conosciuta tempo fa ed è una di quelle femminazze che tu le stai accanto e pure se sta zitta, e ci sta spesso, ti trasmette pensiero. Pensiero che merita. E così quando mi ha invitata con la sua amica Enrica a questo Aperitivo filosofico io prima ho mandato la mail e poi ho detto Machecazzè? E così le mie Ipazia e Aspasia del Trionfale mi hanno detto che l’idea arriva dalla tour Eiffel, nel senso da quando in Francia negli anni ’90 nascevano i primi caffè filosofici. Ci si riuniva in un bar per far godere le papille e le sinapsi, esercitando proprie mandibole e la propria mente ad argomentare le proprie idee, a condividerle con altri, a sviluppare definizioni e costruire progetti.

Opportunamente hanno sostituito il caffè con qualcosa di più alcolicamente apprezzabile che dati i tempi ci sta tutto.

Dice Ma io Meripo’ che ne so di filosofia. Effiguratevi io. Ma questo fatto che invece di andare in palestra per pilates ci vai per la capoccia a noi pigre intrigassai.

Il tema di questa volta è l’identità personale: “Come si costruisce? Che percorso fa l’io per definirsi? Che priorità abbiamo e come ci determinano?” che detta così sembra Chissiamo dadoveveniamodoveandiamo ma io spero proprio, invece, di andare a constatare la differenza tra pensare e farsi le pippe mentali giustappunto al ridosso della settimana della Pippa (nel senso quella che si è sposata). Il che, aiutate dalla Tequila, lo capite da voi che rischia davvero di farci svoltare il sabato. Vabbè pensateci. Ma non pippatevi. Noi vi aspettiamo. Cià

Dopolavoro filosofico

 

DOPOLAVORO FILOSOFICO
Un aperitivo filosofico per adulti a cura di Enrica Birardi, Consulente Filosofico e Claudia Spinosa, Lifecoach e Consulente HR

Per iscrizioni inviare un’email a: labfilosofia@gmail.com
Aperitivo + partecipazione all’evento: 15 euro

DOVE E QUANDO:
Al “Fabrica”, via G. Savonarola 8, ROMA
Sabato 27 maggio, dalle ore 18:00

L’eleganza del grigio

mercoledì, giugno 13th, 2012

E dunque dopo lo sdoganamento del verde loden forse siamo pronti pure per il grigio. Perché il grigio? “Perché tra l’arroganza del nero e la presunzione del bianco, il grigio rappresenta il pensiero critico della filosofia, la mediazione saggia tra gli assoluti”: si chiama Fabrizia, Fabrizia Abbate, e ci ha scritto sopra un libro, su sta cosa.

Fabrizia io l’ho conosciuta circa due Repubbliche fa, era una creatura. Oggi è una Prof. E che Prof. E ha scritto “Estetiche del grigio”. E lei mi ha chiesto: Meripo’, me lo presenti? E io, che provenivo con colpevole ritardo di anni, dall’ Eleganza del riccio la ringrazio per avermi fatta planare sull’eleganza del grigio.

Ma soprattutto Fabrizia, nonostante due Repubbliche di mezzo, è rimasta amica mia. E siccome me l’ha chiesto davanti a un robusto rosso di presentarle il grigio (che Fabrizia è anche una raffinata sommellier) la sventurata rispose: cerrrrto. Perché la speculazione filosofica è tutta un’altra cosa se accompagnata anche da quella etilica e, tra le gradazioni del rosso, Fabrizia è riuscita ad appassionare persino me al grigio. E al fascino della barrique.

E dunque mentre stavo lì a rimirarmi la filosofia, l’estetica e il grigio a un certo punto, a pagina 18, lei che fa? Ti piazza una cosa che ancora ci sto pensando: scrive – in sintesi- che amare è “riconoscersi” (Prof mi corregga se sbaglio). “Nell’incontro d’amore gli innamorati si riconoscono parte di un medesimo tutto, hanno bisogno di riconoscersi e di sentirsi riconosciuti reciprocamente come persone uniche ed indispensabili”.  

E così oggi alle 18 se passate dalle parti del palazzo delle Esposizioni a Roma, entrate alla libreria Arion. Che ci trovate Fabrizia. E  Lorenzo Cantatore, Marina Petacco Maria Teresa Russo. E fatevi riconoscere.

Detto questo vado a farmi la tinta. Che grigio si ma scolorito no, eh.

Yes uichend

sabato, luglio 16th, 2011

Se per caso siete in zona Civitanova Marche c’è una cosa che inizia per Pop e finisce per sophia:

Popsophia non è la Meri Pop sul sofà ma nientepopòdimenoche il primo appuntamento nazionale della filosofia che si trasforma in filosofia popolare o pop filosofia”. Insomma stanno lì e parlano di tutto un Pop. Pare una cosa bella. Un bel Pop.