Posts Tagged ‘David Hare’

Il cielo sopra il letto

mercoledì, dicembre 18th, 2019

Tutto in una notte. E’ questo il tempo a disposizione di due ex amanti che si ritrovano. Una sola notte per riamarsi e riperdersi, per ritrovare la passione erotica ma anche le incolmabili differenze ideologiche, etiche, morali, civili. Una notte per Saverio, imprenditore benestante mangiapreti e mangiabene -ha una catena di aziende di ristorazione- ed Elisabetta, insegnante in una scuola di periferia che vive in una casa modestissima e che spezza in due gli spaghetti prima di cuocerli.

Il cielo sopra il letto è quello che Saverio, ora vedovo, ha fatto costruire a sua moglie quando si è ammalata, un soffitto di vetro per farla morire guardando le cose che le piacciono, alberi foglie uccelli cielo. Lei, Elisabetta, se ne era già andata dalla sua vita, scappata. Si ritrovano a un anno dalla morte di lei. Per una sola notte.

Que reste-t-il de nos amours, cantava Charles Trenet. Cosa resta degli amori che si rincontrano? Nel pluripremiato testo di David Hare, scrittore, sceneggiatore e regista britannico, la voglia di vicinanza resterà schiacciata sotto un cumulo di sensi di colpa e di lontananze.

Ma in questo allestimento dell’Eliseo c’è un aspetto in più: che a recitare le due parti ci sono due attori che si sono amati  e si rincontrano da ex -qui- pure loro e a 20 anni da quando lo recitarono per la prima volta, quando cioè stavano ancora insieme: Lucrezia Lante Della Rovere e Luca Barbareschi. Ed è così che su quel palco di reincontri ne vanno in scena due. Ed è impossibile, seguendo Saverio ed Elisabetta, ignorare Luca e Lucrezia. E ciascuno di noi che oggi è quello che è ma che torna a essere, in quella loro notte, l’ex di qualcun altro. E immagina. E ricorda. E torna a chiedersi: cosa resta degli amori che si rincontrano? Cosa resta dell’amore lasciato dietro di noi senza più padroni?

Il cielo sopra il letto. Skylight
di David Hare
Teatro Eliseo, Roma
dal 17 dicembre al 5 gennaio