Posts Tagged ‘coppia’

Cocchì?

mercoledì, aprile 1st, 2015

Assemblate e predisposte per una concione su donne e politica, opportunamente preceduta da un’immissione di prosecco e corallina il tanto che bastava per invocare lo stato di ebbrezza ove interrogate, eravamo quattro amiche al Bar anzi al BeaCafè iersera allorquando -nell’ambito di un generale quiz sulle differenze uomo-donna nell’approccio alla vita, ci si chiedeva di testarci sulle differenze uomo-donna nell’approccio alle corna.

La domanda, che il nostro interlocuintervistatore poneva alle quattro donne e a tutta la platea mista, suonava più o meno così:

Lui/lei vi confessa di avervi tradito. Qual è la prima cosa che pensate?
A) stronzo/a
2) con chi?

Immantinente dalla platea, nel generale brusìo, si distingueva in prima battuta Grace che chiosava
-Ma quando maaaaiii, ma quando mai lui-vi-confessa, piuttosto siamo-noi-che-lo-scopriamo…

Appurato che, in ogni caso e con qualsiasi modalità, prima o poi in una carriera sentimentale che si rispetti si perviene alla condizione di cornificato/a, una sollevazione generale femminile si scagliava contro l’ipotesi A, ritenendola assolutamente irreale, a favore dell’unica reazione possibile nel momento in cui l’esponente di turno del sesso a noi avverso e delle corna a noi apposte si svela: se ne faceva portavoce il duo Ema-Michy alzandosi veementemente dalla seggiola e prorompendo in un

-E no eh, non esiste l’ipotesi stronzo, esiste solo l’ipotesi con chi
Poi, con le mani sui fianchi stile la migliore Anna Magnani, aggiungevano: anzi, peffavore, COCCHì??? tuttoattaccato, mi raccomando Meripo’ se decidessi di farci un post LODEVISCRIVERETUTTOATTACCATO, COCCHì

Che questo è, signorimiei: al fatal momento della rivelazione ce ne importa ben poco se siate stronzi voi, l’unica domanda è chi sia la stronza lei.

Per il resto vige incontrastato il primo Teorema di Riondino: “La coppia è l’insieme di tre persone di cui una è momentaneamente assente”

La regola per salvare la coppia è una sola: non starci proprio

martedì, aprile 15th, 2014

E’ con viva e vibrande soddisfazione che, nella lieta ricorrenza del mio anniversario di matrimonio, di cui si è da poco celebrato il divorzio, riassumo all’utenza le dieci regole salvacoppia testè vergate dalla “psicologa Brunella Gasperini” per Rep. La Gasperini, sostanzialmente, sacrosantamente consiglia (avverto che trattasi di libero adattamento poppico eh):

1) L’amore non basta anzi forse non esiste proprio
2) I sentimenti manco
3) Non bisogna condividere tutto e manco poco
4) Dite pure bugie
5) L’anima gemella per fortuna non esiste
6) Io sono mia ebbasta
7) Traditevi
8 Uscite da soli
9) Il sesso non risolve tutto e anzi niente
10)  Non rinunciate a nulla

Ora io direi, a questo punto, ma che caspita ci dobbiamo stare a fare, in coppia?

Inoltre il Professor Pi, da me interpellato sulle leggi che regolano l’Universo, conferma che dall’unione iniziale degli elementi è nato in effetti un gran botto: il Big Bang, miei cari, sta dunque lì a confermarci senza tema di smentite, che dal letame poesse che nascano pure i fior ma dalla coppia non può nascere altro che casino.

Quindi, concludendo, la regola per salvare la coppia è una sola: non starci proprio. Lasciate perdere.

Dawfulpuntocom