Posts Tagged ‘commenti’

Popypedia, un pop di quello che avete scritto voi mentre scrivevo io

lunedì, settembre 21st, 2015

Questi viaggi sono come i grandi amori: bellissimi prima, terribili durante, piacevoli da ricordare una volta finiti guardando le fotografie con un sospiro di sollievo.
Mario

Le donne si dividono in due categorie: quelle che ciabattano fischiettando con nonchalance verso il cesso comune e le altre.
Marco

Vorrei avere la tua abilità di scrittrice per raccontare il mio viaggio in Islanda con amico catanese che continuava a chiedersi perché mai doveva prendere tutto quel freddo per vedere della lava quando ne aveva a mucchi davanti casa sua.
Marino

Ora posso affrontare il mondo fuori
Giovanna Lapinia

La Lonely Planet ti fa un baffo a tortiglione
Alessandra

In estrema sintesi direi: per ora molto vomito
Chiara

Io te lo dico, alla fine ha ragione la mammamia Robi: MA PERCHÈ ‘UN TU VAI A LERICI? oppure in alternativa stai a casa”.
Gianna

Io te lo dico, sarai responsabile del divorzio più veloce del secolo quando la prima notte del viaggio di nozze a NY, incollato all’ipad dirò: “no, no, devo fare il diario di bordo come Meripo’”
Alessandro
(Alessà, tutte le scuse so’ buone, eh 🙂

Ma dove sta la Kamchatka?
Lucia

Meripo’ eeee… quando riparti?
Astrid, Manuela, Nicoletta, Silvia e molto cucuzzaro

La mia piena ammirazione: avventurarvi stoici per la caletta zuppa senza un’adeguata scorta di marshcosi.
Silvia

Nun… fate… caciara… che… sto… leggendo…., troppi nomi
Massimo

Io oggi di nascosto vado a pagare le vacanze in villaggio. Non mi frega più.
Diletta

Ohi Ohi Ohi, moio
Carla

#Osvaldobevilacquanuntetemo
Donatella Aridatecemeripop

Che il sovjet e la vita nei kolchoz ve spiccia casa
Lorenza

Ora rivaluto decisamente e finalmente il mio viaggio nella vecchia URSS con intossicazione collettiva quando, in seguito a assunzione di chinino per febbre alta, essendo svenuta cinque o sei volte sopra i campi di girasole della distesa, volevano portarmi in ospedale ma ho resistito alle cinque delegazioni venute a visitarmi.
Maria Grazia 

Noto che nella lista finale sono del tutto assenti i mezzi di trasporto rotti, il che mi fa supporre che stiamo pure migliorando.
Tiziana

Benigni Troisi lettera

Caro Savonarola

Se vuoi ti pago solo per leggere i tuoi post di viaggio Maori Pop
Antonella Anna

Meri Pop, noi lo paghiamo profumatamente il professor Pi, per portati in giro.
Daniela

Tu je devi fa’ male fisico, a Pi
Floriana

E ora vai con la sigla

Una svampita coi baffi

mercoledì, novembre 10th, 2010

Cara Meripo’,

riguardo il “grave attacco hacker al sito” che mi hai segnalato con la consueta, comprensibile urgenza e in preda al consueto, comprensibile attaco d’ansia che ti ha fin qui contraddistinta nell’approccio alle nuove tecnologie, ad una prima, veloce occhiata appena scapicollatomi in ufficio ho capito che non era un problema del sito ma del dito: il tuo, Meripo’, che (evidentemente preterintenzionalmente) ti è sfuggito al controllo e hai deselezionato due “baffi” (in inglese computeraro “checkboxes”) nel pannello di amministrazione del post.

L’impressione si è confermata anche alla seconda e più approfondita occhiata nonché intervento.

Quindi, Meripo’, non ci stanno hacker, né spine staccate, né rottamazioni in corso, né raccolta di firme per la sfiducia, né cosacchi alle porte e manco fascisti su Marte: Meripo’,  riseleziona i baffi.

Tuo affezionatissimo Ramon

Scusate il disturbo

mercoledì, novembre 10th, 2010

Nel tentativo di staccare spine qua e è successo che si sono staccati i commenti di Supercalifragili. E dunque non è che li ho dovuti chiudere: si sono chiusi da soli.

Però Ramon ci sta lavorando. Si. E dice che il collegamento se n’è andato ma fra un po’ torna. Che è la stessa cosa che disse il marito di zia Clementina. Trent’anni fa.