Posts Tagged ‘Come eravamo’

Come eravate, Barbara? Belli. Anche un tantino più coraggiosi

martedì, aprile 24th, 2012

E dunque compie 70 anni. Barbara Streisand. Manco un juke box potrebbe contenere tutto quello che mi andrebbe di riproporvi di suo. Ma in linea con la tendenza Lucarelli, l’assassino torna sempre sul luogo del delitto paura eh?, direi che il Memory di “Come eravamo” ha sempre un suo perché.

Potrei poi tacervi della versione cantata dalle quattro ragazze di Sex and the city?

E potrei qui riproporre il dialogo finale, che ci consegna in poche battute la tragedia del “perchénonhasceltome”:
Carrie: Sono passata da qui tornando a casa e… Hey, ho una domanda per te: perchè non hai scelto
me?
Big: Carrie, beh…
Carrie: No, sul serio. Ho davvero bisogno di sentirtelo dire… Su, avanti, fa’ l’amico!
Big: Non lo so… Era diventato difficile… E lei è così…
Carrie: Già… (accarezzando il viso di Big) La tua ragazza è adorabile, Hubbell.
Big: Non capisco…
Carrie: Non hai mai capito…

“E pensai una cosa: ok, non ero riuscita a domare Big, ma il vero problema era che lui non era riuscito a domare me. Forse certe donne non sono fatte per essere domate… Forse hanno bisogno di restare libere, finchè non trovano qualcuno altrettanto selvaggio con cui correre”.

Dunque gli uomini preferiscono le selvagge. Poi sposano le altre. Perché “era diventato difficile”.

Quindi, Barbara, come eravate? Belli, eravate belli. E forse anche un tantino più coraggiosi.

Sex and the chili/2: Redford-Streisand, the original

venerdì, settembre 30th, 2011

-Tu non molli mai eh?
-Solo quando ci sono proprio obbligata. Però so perdere molto bene
-Meglio di me
-Beh, io ho fatto più pratica

Addio, Katie
Addio, Hubbell

(Grazie a Carla, Labongini)

Sex and the chili

giovedì, settembre 29th, 2011

Ristorante messicano, interno sera, tavolo per quattro
-Beh, novità?
-Ho deciso di smettere
-Con Giovanni?
-Col chili. Il chili chiama il Margarita e uno ne chiama un secondo e insomma io domani mi devo alzare presto
-E Giovanni?
Cameriere: Le signore sono pronte?
-Le signore sono sempre pronte, caro, siete voi che non lo siete mai
Cameriere basito
-No no allora tacos, chicken burrito due, chili con carne uno e un grilled chicken con patate
Timidamente: E da bere?
-Tanto. Ci portiii… tanto da bere
-Quattro birre per la precisione
-Allora, con Giovanni?
-Basta
-E perché?
-Sta con un’altra
Silenzio. Intanto arrivano le birre. Glu glu glu glu
-Beh ve l’avevo detto che era sparito, no?
-Si ma poi continuava a mandarti messaggini
-Li manda ancora
-EEHHH???
-Ha detto che non riesce a staccarsi da me
-Beh non mi pare visto che sta attaccato a un’altra. E chi è sta str sta qua?
Non è una str. E’ una normale
-Ehh??
-Gliel’ho chiesto: ho detto “cos’ho io che non va?”
“Ecco i burrito, il chili e il pollo”. Il cameriere scappa
-E lui?
-Lui ha detto: sei troppa. Troppo complicata, troppo. Io ho bisogno di una normale
Glu Glu glu glu. Gnam gnam. Glu glu glu
-Vabbè, sei una ragazza Cathe
-Che sono?
-Che non ti ricordi Sex and the city? Ci sono due tipi di ragazze, le ragazze semplici e le ragazze Cathe, le Cathe hanno cascate di ricci selvaggi ma loro preferiscono quelle con i capelli lisci.
Tutti guardano Meri Pop che ha i capelli indubitabilmente lisci
-Escluse le jene presenti, ovvio
-Quindi che è sta storia dei due tipi di ragazze?

Dal tavolo accanto una signora:
Cara, le ragazze sono di due tipi, quelle che sanno stare anche da sole e quelle che invece no. Com’era il burrito?
 
 
“E pensai una cosa: forse certe donne non sono fatte per essere domate. Forse hanno bisogno di restare libere finché non trovano qualcuno altrettanto selvaggio con cui correre”