Posts Tagged ‘Carrie’

Come ti cucino l’amore – Pollo al Carrie

sabato, febbraio 19th, 2011
Piccolo dizionario gastronomico dell’amore
 
La ricetta finale del “con me sarà diverso” (lei) e del “con te sarà diverso” (lui)
 
“Significherebbe che tutto quello che ha detto finora e che io credevo sincero sarebbe soggetto ad interpretazione…
E in quel caso quelli che io percepisco come i suoi sentimenti per me, potrebbero essere solo proiezioni dei miei sentimenti per lui!”
(Carrie – Le migliori di Sex and the city)
 

Travolte da un insolito giubbino

lunedì, maggio 31st, 2010

dalla nostra inviata in Sex and the city 2, Rob May

Cara Meri Pop,
le ragazze sono tornate ma io non sono ancora andata ad incontrarle. E forse nemmeno ci vado, magari aspetto vengano a casa mia, chè ne ho lette e viste troppe che non mi sconfinferano. 

Per esempio cos’è sta roba che Carrie e MrBig sono in crisi e lei ritrova Aidan mentre lui incontra Penelope Cruz?

Insomma, 6 serie di postmodernismo per poi veder toccare a lei la minestra riscaldata e a lui la Encantadora?

Vabbè, non voglio sconfinare. Il punto è che io le 6 serie le ho guardate soprattutto per i vestiti e il vero postmodernismo, per me, era nella vestizione ad opera della stravagante Patricia Field. Sì certo, le chiacchiere fra donne ecc, ma la regola infranta aveva per me il rumore dell’anta dell’armadio. Mai più donne incatenate alla vecchia regola della borsa intonata con le scarpe, il trionfo del colore, la vittoria della creatività sul pendant.

Ed è Carrie, ça va sans dire, che ha dato forma a tutto questo.

Ho sognato di indossare il suo tutù da 5 dollari non meno di quanto mi sia commossa davanti all’abito millefoglie di Versace da 79.000 dollari dentro il quale si addormenta sul letto a Parigi.

Mi ha convinto subito la T-shirt gialla con Mickey Mouse sotto la giacca crema mentre, ammetto, ho un po’ arrancato davanti al suo giacchino scozzese sopra la canotta di seta blu. 

Che la moda in Sex & the City non è solo griffe: è visione, è fiuto, è frullato, è iconoclastia.  

Insomma, Carrie mi ha dato ragione e mi ha reso più audace.

Epperò cara Meri Pop, sinceramente, ma sta roba che è?