Posts Tagged ‘Bernalwood’

Suonalo ancora, San

mercoledì, luglio 3rd, 2013

C’è che “Christophe e Todd dovendo spostare il loro ufficio e dovendo sbarazzarsi di un pianoforte, lo hanno trascinato sulla collina che si trova alle spalle del quartiere”. State calmi, a San Francisco. Lasciandoci un foglio scritto a mano sopra: “Play me”.  “E così è stato. Alcuni pianisti hanno iniziato a suonare liberamente, sono arrivati anche altri musicisti e le persone, incuriosite, sono iniziate ad arrivare. Nella sera di venerdì erano già più di duecento, sedute sulle coperte e sul prato, con qualcuno che serviva del tè e qualcun altro che, per festeggiare il concerto improvvisato, ha lanciato dei fuochi d’artificio”. La storia la racconta Il Post. Che pubblica anche le foto. Prese dal blog Bernalwood (fatevi un regalo, cliccate sopra la parola arancione Bernalwood e guardatele). Foto che parlano, anzi suonano, da sole.

Piano sulla collina - foto Bernalwood-Post

Insomma c’è che ora le gente invece di stordirsi davanti a qualche Aipadio o televisore o schermo da solo a casa sua sale sulla collina e nella peggiore delle ipotesi si sdraia ad ascoltare, altrimenti suona, con la città ai propri piedi. Roba contagiosa. Che sta lievitando. Lì sulla collina. E’ così che ti viene da pensare – rispetto a tutti gli assessorati al Disagio, al Profondo Disagio, al Grandissimo Disagio nonché agli Stili di Vita e al Recupero dei Giovani- cosa succederebbe, per esempio, se insieme a predisporre l’immancabile forte Piano del Disagio si predisponesse, semplicemente, un Pianoforte.

Per vedere di nascosto l’effetto che fa.
Dice -Meripo’ minimo se lo rubano
Non so, a me sembrerebbe un passo avanti persino questo: che si rubassero pianoforti.