Posts Tagged ‘amante’

L’amante

venerdì, aprile 10th, 2015

“Gli uomini si fanno l’amante per restar sposati, le donne per cambiar marito”.

Veronique Ovaldé, “E il mio cuore trasparente”

Oggi ‪#‎ConsigliounLibro‬ perché a me lo consigliò il libraiodellaVersiliadiMeripo’, Andrea Geloni, sempresialodato

Veronique Ovaldè fotografata da Samuel Kirszenbaum

Finché l’angina coitale (e fatale) non ci separi

mercoledì, maggio 23rd, 2012

Riceviamo dall’amica Grace e volentieri con lei sghignazziamo sull’imperdibile Ricerca dell’Università di Firenze

Allora la notizia è questa: uomini, a cornificare le mogli si rischia l’infarto. E mogli, terrorizzate dall’eventualità che il marito vi schioppi nel sacro talamo durante l’adempimento del sacro obbligo, rilassatevi: essi schioppano, eventualmente, nel letto dell’amante. Specie se “sensibilmente più giovane”. L’adulterio fa male al cuore. Nel senso che gli esplode proprio. Si chiama “Morte improvvisa coitale” anche detta “angina coitale”.

Ma quello che, mi si permetta, ho trovato più sconvolgente della fulminante ricerca è la descrizione della tipologia dell’amante: “l’amante suscita maggior ansia da prestazione, è meno rassicurante, e spesso trascina il marito fedifrago in comportamenti più estremi”.

Mo’ sarà un caso ma in base a una personale indagine che ho potuto svolgere sul campo nel senso da diretti reportage delle amanti supercaligragili che me lo raccontano di norma davanti a calici di rosso dunque magari so’ ricordi obnubilati, alla qui presente tenutaria risulta che, si, certamente, il fedifrago sposato all’inizio fa lo splendido e fa pure numeri da Cirque du Soleil nel letto della poverina ma, in linea di massima, ciò di cui ha veramente un gran bisogno, nell’ordine, è sentirsi dire:
-parlami pure di tutte le inenarrabili vicissitudini del tuo ufficio compreso il blocco della macchinetta del caffè
-si, certo
-hai ragione
-quanto sei fico
-come sei grande (no, non ve lo specifico in che senso)

e dunque il comportamento “più estremo” che ho potuto registrare -scavallati i primi due mesi di fuochiefiamme- è stato da parte delle donne, chiamate ad estenuanti maratone, si, ma di rassicurazione dell’insicuro fedifrago su tutti i fronti comprese deludenti performance su campi di calcetto il mercoledì sera.

Quindi, cari studiosi del mio Stivale, le conclusioni secondo le quali “è così che gli uomini, un po’ martoriati dal senso di colpa e un po’ trascinati da ritmi «sesso, droga e rock and roll» (che mai avrebbero considerato con la propria sposa), rischiano un attacco di cuore” in realtà andrebbero riviste.

Perché qua l’unica che rischia di rimanerci secca è la povera e “sensibilmente più giovane” amante: per la noja.

Via con l’Avvento/ Incontra l’amante di notte

sabato, dicembre 10th, 2011

Incontra l’amante di notte,
Poiché il sole è pettegolo, mentre la notte è una mezzana.
Quanti innamorati, nascosti dall’oscurità, incontrano la loro amata
Mentre le malelingue dormono.

Ibn al-Mu’tazz

(Grazie al Prof. Pi)