Posts Tagged ‘allergia’

La superiorità del maschio/2 – Non è ‘manco l’influenza

sabato, gennaio 22nd, 2011

Io vi avverto: tempo qualche giorno e rimpiangerete il naso a gocciolina. E dovrete fare i conti con ben altro. Che voi pensate che Tutankhamon ve lo rimettete in forma col Tachiflù. Risparmiatevi la farmacia di turno: non è ‘manco l’influenza.

SALUTE: USA; SCOPERTA SINDROME ‘ALLERGIA AD ORGASMO’
MALATTIA SI CURA CON MICRO-INIEZIONI DI SPERMA
WASHINGTON – Allergici all’orgasmo: un nuovo studio scientifico ha identificato la singolare sindrome che colpisce alcuni uomini con forti sintomi para-influenzali subito dopo l’estasi sessuale e ne spiega la cura.
Pubblicato sulla rivista Usa ‘Journal of sexual medicine’, il rapporto di scienziati olandesi illustra nei dettagli la “malattia post-orgasmo” che debilitá un numero imprecisato di uomini nel mondo per giorni e settimane dopo un orgasmo. Tra i sintomi denunciati dalle povere vittime: febbre,emicrania, debolezza estrema, mal di gola e persino incubi notturni. Il team di ricercatori dell’ospedale Haga di Amsterdam e dell’ universitá Utrecht ha analizzato 33 pazienti con la sintomatologia post-orgasmica: 29 di loro sono risultati allergici al proprio stesso liquido seminale.
Dopo 33 mesi, la maggior parte dei sintomi della ‘sindrome post-orgasmo’ sono risultati fortemente diminuiti negli uomini.
Uno di loro – spiega il rapporto – ha  finalmente smesso di avere rapporti intimi con la moglie solo il venerdì per avere tutto il fine settimana per riprendersi.
(ANSA).

Adesso, scusate eh, questo prodigio della natura che fa di voi donne sposate barra conviventi il principale oggetto di invidia di quella schiera di amiche zitelle barra sole barra singòl che le statistiche quotidianamente ci propinano, dicevo questo fenomeno già quando ci ha un pizzicore in gola vi si piazza a letto, inservibile, una settimana. Poi metti che guarisce e approfitti di quel paio d’ore in cui sta decentemente e, insomma, riuscite a farci qualcosa di reciprocamente appagante almeno per  mezz’ora, venti minuti, un quarto d’ora.
Mabbenedettiddio poi gli ci vogliono “giorni e settimane” per riprendersi?

E scusate eh, dopo un quadro che non è che devi essere Maria Curie per capire che hai un prodotto difettoso in origine e soprattutto inutilizzabile a qualsivoglia uso (no, guardate, pure a fare la spesa ha dei problemi, possono passare anni prima che azzecchi i biscotti giusti, chiedete a Valerimba) ecco dico, cosa caspita concludono questi imbecilli di Utrecht? Che “uno di loro ha finalmente smesso di avere rapporti intimi con la moglie solo il venerdì per avere tutto il fine settimana per riprendersi”????

Tesoromio, te lo riscrivo: “uno di loro ha finalmente smesso di avere rapporti intimi con la moglie solo il venerdì per avere tutto il fine settimana per riprendersi”. Cioè, in linea di massima, proprio quando tutta la letteratura mondiale dice che si conclude qualcosa senza mal di testa, bambini tra i piedi, capiuffici che triturano i maroni per telefono: nel weekend.

Ma non sarà che, con una vita del genere, è lei che FINALMENTE decide che ci rinuncia del tutto e buonanotte?