Posts Tagged ‘Aisun’

Se tu non apprezza te perché altri devono apprezzare te?

domenica, luglio 14th, 2013

A causa di un inspiegabile cortocircuito istituzionale è da stamattina che, a proposito dell’inqualificabile vicenda Calderoli-Kyenge, non trovo conforto in nessuna delle roboanti dichiarazioni di sdegno che ci accompagneranno fino ai titoli di domani mattina dopodiché non succederà, al solito, niente. Io oggi penso solo ad Aisùn. La mia estetista. Turca.

Aisùn di Turchia che  osservava e maneggiava (ha lasciato, giustamente, l’Italia) i piedi di Meri Pop come farebbe una chiromante con la mano. E della quale sempre rimarrà imperituro il ricordo della volta in cui si svolse questo siparietto:

-Lei: tu ha bei piedi. E bella forma unghie. Forma lunga, alta.
-Io: beh almeno qualcosa di alto ci voleva
-Lei, improvvisamente stupita: tu vuole per caso lamentare di come tu è?
-Io, improvvisamente imbarazzata: beh no, lamentare no, però certo…
Lei, come la Sibilla Cumana
-se tu non apprezza te perché altri devono apprezzare te?

Se tu non apprezza te perché altri devono apprezzare te? A questo penso. A questo penso prendendo atto che vivo in un Paese nel quale un vicepresidente del Senato può dare dell’orango a un ministro della Repubblica senza che accada nulla. E vivo in un Paese che pretenderebbe il rispetto internazionale quando non è in grado di farsi rispettare nemmeno da se stesso.

Non le scuse, non le dimissioni, non le pacche sulle spalle alla ministra. E neanche il rispetto per la ministra: il rispetto di sé. Questo è in gioco. E questa è la cosa più difficile da pretendere. Ma è l’unica possibilità di salvezza.

Perché
Se tu non apprezza te perché altri devono apprezzare te, cara Italia?