Finché morte non ci riunisca


Tags: , , , ,

Categoria: Leggere   |    3 Comments »   |   

Nel loro quarto anniversario di matrimonio, nell’aprile del 1996, appena undici mesi dopo l’incidente a cavallo che lo paralizzò dal collo in giù, la moglie di Christopher Reeve (Superman), Dana, gli diede questa lettera. Restarono sposati fino alla morte di lui, nel 2004. Lei lo raggiunse nel 2006, per un cancro.

 Mio caro Toph, 

la strada che stiamo percorrendo è imprevedibile, misteriosa, profondamente stimolante, e sì, anche appassionante. E’ una strada che abbiamo scelto di intraprendere insieme e nonostante tutti gli imprevisti e gli ostacoli che sono arrivati io non ho rimpianti. In realtà, tutte le nostre difficoltà mi hanno mostrato quanto profondamente io ti ami e quanto sia grata di poter proseguire questa strada insieme.

Il nostro futuro sarà luminoso, mio caro. Perché ci abbiamo l’un l’altra e abbiamo i nostri figli.

With all my heart and soul,
I love you
Dana

(Presa da qui. Grazie a Nomfup che un giorno mi disse “Meripo’ conosci Lettersofnote?”)

3 Risposte to “Finché morte non ci riunisca”

  1. lanoisette Dice:

    hai mai letto “Breve come un sospiro” di Anne Philipe?

    http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Anne-Philipe-Breve-come-un-sospiro/D6882000.html

  2. MeriPop Dice:

    No ma mi hai fatto venir voglia. Insieme all’altra indicazione finale del link, Simone de Beauvoir “Una morte dolcissima”. (i librai dovrebbero darti delle royalties, lanoisette)

  3. SuperCaliFragili » Blog Archive » Amore, morte e altri disguidi Dice:

    [...] rende giulivo il trovare in questo romanticissimo locus telematicus il doveroso approfondimento del rapporto che lega la morte con l’amore, due spiacevoli condizioni che appajono entrambe [...]

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS