Gli ebbrei


Tags: , , , , , , ,

Categoria: ricordare   |    12 Comments »   |   

Io in questa masseria poi alla fine non è che ci sto tanto male. Certo fa un sacco freddo. E non c’è tanto da mangiare. Però mia nonna quando trova un uovo mi mette sotto alla sua mantella e me lo fa mangiare. L’uovo alla mantella: me lo fa così per non farmi vedere dagli altri bambini che stanno qua e non ci hanno manco l’uovo.
Mamma e papà e Carlo e Teresa non lo so dove sono. Però dice nonna che fra poco li ritroviamo.
Pure quelli vestiti di nero con gli stivali che si sono presi casa mia poi si vede che avevano freddo. Perchè hanno fatto un fuoco. E però hanno bruciato pure la casa. E poi anche tutto il paese.
Noi l’abbiamo visto da quassù che bruciava. E nonna piangeva. E anche questi altri qui sfollati nella masseria. Però pure loro la sera si fanno il fuoco e ci mettiamo tutti intorno per scaldarci. Ma non abbiamo bruciato la masseria. Ancora no.

E ieri sera diceva la comare che ci abbiamo tante sciagure ma per fortuna non ci abbiamo gli ebbrei da nascondere, che sono già scappati. Gli ebbrei li prendono sui treni, ha detto. E poi ha abbassato la voce. E allora io ho capito: gli ebbrei sono una malattia contagiosa e perciò nessuno la vuole prendere e, se la prende, la deve nascondere.

Allora ho chiesto a nonna: come sono fatti gli ebbrei? E i bambini ebbrei? E lei è stata zitta. E quando nonna sta zitta sulle malattie vuol dire che è una cosa grave.
Speriamo che non mi prende pure a me gli ebbrei. Che ci manca solo questo. Speriamo che gli ebbrei non gli venga a nessuno.

Io mi chiamo Tilde. E sono  la mamma di Meri Pop. Ho 79 anni. Ma il 27 gennaio, ogni anno, ne ho di nuovo 10. Per dimenticare. Che questo è stato.

12 Risposte to “Gli ebbrei”

  1. tonda Dice:

    Evabbè ma se pure merimamma mi fa piangere…non vale!!!

  2. MeriPop Dice:

    il mericordo…

  3. Verderame Dice:

    Io sono Rifkele. E l’ho scoperto per caso quando me l’hanno detto tre barboni, solo che dormivo.
    E dev’essere per questo che mi sono ammalata, e mi preoccupo perché vedo che si danno sempre un gran daffare per cercare la cura.

  4. mena a brea Dice:

    Possibile che manco mesi e quando torno su questo splendido blog mi assalgono lagrime e commozione?

  5. mena a brea Dice:

    P.S. grazie Meri, come al solito sei grande!!!

  6. #ioricordo « Nomfup Dice:

    […] #ioricordo su Twitter e con questo libro di Tiziana Ragni, che voi conoscete come Meri Pop, che racconta molto di noi, delle nostre radici comuni e del futuro che ci aspetta, un po’ torvo un […]

  7. Tami Dice:

    Semplicemente grazie per aver condiviso con noi questo scritto.

  8. Lanciafiori Dice:

    Bella.
    Come un abbraccio ora.
    Per tutti quelli che non furono fatti.

  9. Thumper Dice:

    Grazie.

  10. Antonella Dice:

    Il Tildericordo che ci porta lontano…grazie Meripò

  11. SuperCaliFragili » Blog Archive » “Tutto quel dolore? E’ la guerra: per questo l’Italia la ripudia” Dice:

    […] quelle strane coincidenze della vita due giorni fa vi ho parlato degli “ebbrei“. O meglio, ne ho fatto parlare quella bambina di dieci anni che è mia madre. Quella storia […]

  12. Marco Guidelli Guidi Dice:

    Grazie Meri Pop!
    Un bacio *

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS