Il nome della cosa


Tags: , , , ,

Categoria: Dire, Fare   |    3 Comments »   |   

Post di blog che, a leggerli, ti sembra di sentire lo speaker di Superquark.

E insomma ho trovato un uomo che infin ci fornisce un primo vademecum oratorio dall’inequivocabile titolo “Le parole a letto”.

Vado a illustrare: “Comunicare -scrive l’esimio collega- è fondamentale nella vita quotidiana, nella vita di coppia e a maggior ragione a letto”. Che “la connessione mentale rinforza la connessione fisica”.
Avercela. La connessione mentale, dico.

E dunque, egli ci informa di
Come passare dal sesso silenzioso al giocoso sesso parlato“:
1) “Un primo passo per favorire l’intimità è dare un nome ai genitaliattribuire vezzeggiativi al pene e  alla vagina è senza dubbio un passo per rendere caldo e familiare l’eros. Conferire agli organi sessuali un carattere e una personalità può approfondire il contatto con l’intimità dell’altro ed aiutare la comunicazione intima”.

Caro, scusa, ma dipende. Che una volta la mia amica Giulia mi raccontò che finalmente aveva trovato l’uomo semiperfetto. Senonchè il semi era che lui, appassionato di politica e di una ministra in particolare, chiamava la di lei “l’onorevole” e a lei veniva ma solo da ridere. Che la evocava anche per telefono “E come sta l’onorevole” “e che dice l’onorevole”.  Peggio andò a Marcella, che lui la cosa la chiamava “Stefania”: “e salutami Stefania” e “stasera fai venire pure Stefania” e “come si è vestita oggi Stefania”.Ma va anche aggiunto che lo stesso accadde a Giacomo, la cui di lei chiama il suo di lui “Sergio”. Che “conferire agli organi sessuali un carattere e una personalità” magari aiuta ma chiamarlo col nome di un altro barra un’altra, ti assicuro, NO.  

2) “Il secondo passo è chiedersi: “perché non ho mai chiesto cosa desideravo mentre ero a letto? Oppure perché non ho mai esternato quello che provavo? Impariamo ad esternare e comunicare di più”.

Senonché anche qui, amico mio, purtroppo dipende. Che c’è gente che non riesce a dimenticare di essere presidente di Consiglio di amministrazione manco quando è in braghe, calzettoni e Church ancora allacciate e alterna lo sguardo concupiscente sulla di lei lingerie a quello arrapato sugli aggiornamenti di InvestCenter per iPad. Che purtroppo quando cala il titolo poi cala pure Sergio. E lo vedi, si, come sta combinata la Borsa da una decina d’anni.

E ancora:
3) Il linguaggio romantico (quello fatto di poesia, dolci parole, romanticismo) si rivolge alla femminilità, mentre vocaboli più licenziosi ed inviti eccitanti fanno appello alla mascolinità. L’uomo ha costantemente bisogno di essere lodato e onorato per eccitarsi, non per altro  una frase come “mio eroe” ispira il cavaliere in armatura lucente che si nasconde in ogni uomo, contribuendo a portare alla luce la sua forza virile.

Scusate io mo’ non so chi frequentate voi, però solo l’idea di dire acchissoio “mio eroe” produrrebbe che il cavaliere me rompe tutta l’armatura lucente in testa.

4) “A letto le parole che accendono una donna sono soprattutto quelle che solleticano ed apprezzano quello che “è” , mentre l’uomo è più eccitato da parole e frasi che riguardano ciò che “fa”.
No comment

5) “Il segreto di un sesso felice sta nel dire tutto ciò che vi provoca piacere, senza però trasformare il rapporto sessuale in una lezione di guida”.

Di guida? Ma che davvero immagini, esimio collega, che ancora ci sia chi pensa di cavarsela con un pacchetto di coordinate destra-sinistra-divieto di svolta? Guarda che c’è gente che manco col Garmin e Google map ne viene a capo. 

Non lo so, magari a voi sto Prontuario risulta utile. Eventualmente fatemelo sapere. A me e all’onorevole. E pure a Sergio e Stefania, già che ci siete.
Intanto vi metto Benigni che magari lo trovate. Il nome della cosa. 

3 Risposte to “Il nome della cosa”

  1. gimbo Dice:

    mi pare di ricordare che in “baci rubati” di truffaut antoine dà un nome ai due seni della moglie: “Don Chisciotte e Sancho Panza”.

  2. MeriPop Dice:

    Sciapò

  3. Thumper Dice:

    Ossignur…

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS