Gioia Mia Pisciapiano. In Via degli Avignonesi


Tags: , , , , , , , , ,

Categoria: Di tutto un po'   |    1 Comment »   |   

Cara Meri Pop,
dopo lunga e tormentata storia ho deciso di lasciarlo. Credo non se lo aspetti. Io, invece, mi sono francamente rotta di aspettarlo all’infinito.
Vorrei dunque organizzare qualcosa di non convenzionale. Conosci un ristorante a Roma adatto all’occasione?
Grazie
Gioia

Cara Gioia,
mi compiaccio
1) per la scelta di armi non convenzionali
2) per non aver chiesto un posto rumoroso dove coprire lacrime e singhiozzi (come accadde a un’utentessa di Dissapore) che evidentemente non hai necessità di versare, che l’unica cosa che ti consiglio di farti versare è un buon Syrah.
3) per aver preso una decisione
4) per aver preso questa decisione

Dunque, il nostro esperto in materia enogastronomica è Gimbo, al quale cedo volentieri la parola. Non prima, però, di averti detto che, quando le decisioni si riesce ogni tanto a prenderle e non solo a subirle, ma soprattutto quando le si apparecchiano a dovere, fanno (un po’) meno male.
Anzi, per dirtela proprio tutta, a volte possono persino trasformarsi in godibilissime performance teatrali che ricorderai -passato il primo, inevitabile dolore- con “gusto”. Resta infine inteso che il conto lo paga lui. Almeno quello del ristorante.
Meri

Cara Gioia,
dipende anzitutto dal modo in cui vuoi mandarlo al diavolo (discreto, freddo, appassionato con scena madre, furioso, comico). A Roma ci sono varie situazioni che potrebbero essere sfruttate all’uopo. Se i vostri portafogli sono gonfi e se vuoi chiudere alla grande, con classe e fair play, investite lieti la vostra quattordicesima da uno di questi “classici”: La Pergola, Il Convivio, Agata e Romeo.
Se invece le tue intenzioni sono bellicose, quale posto più adatto di una classica trattoria romana, rustica e ruvida sia in sala che nei piatti? Anche un furente lancio di ortaggi, o una sputazza a tradimento nel di lui bicchiere, passeranno semi-inosservati in quei luoghi simpaticamente caciaroni e che non hanno mai conosciuto le ansie castranti dell’etichetta.
Ce ne sono a centinaia, ma una in particolare, che ha una storia ormai quasi secolare, mi ritorna in mente per evidente assonanza onomastica: “Gioia Mia Pisciapiano”.
Prosit

Gimbo
 
 
 

Una Risposta to “Gioia Mia Pisciapiano. In Via degli Avignonesi”

  1. antonella Dice:

    Credo che non riuscirò mai ad esprimere al meglio la gaiezza che mi reca questa missiva. Grazie.

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS