El condomino pasa


Tags: , ,

Categoria: Home sweet Rome   |    3 Comments »   |   

Quartiere Esquilino, interno giorno. Sopralluogo in appartamento con agente immobiliare.
-E insomma come le dicevo sono 55 metriquadri reali
-Perché ci sono pure quelli percepiti, tipo l’inflazione?
-No, nun so’ percepiti, so’ commerciali e so’ settanta
-Beh si l’appartamento non è male
-Signò mi scusi la domanda ma in quanti devono abitarci in questa casa?
-Una, a tratti due
-Signò complimenti
-Di che scusi?
-E’ che a sto punto le spaiate dicono “una ma spero presto due”
-No, guardi, di condominio basta quello del palazzo
– Signò, se inizia sempre così poi però con la scusa che se dividono le bollette…
-Per le bollette direi che è preferibile cercarsi un secondo lavoro
-E proprio a me moo dice? Che cerco de liberamme dall’amministratrice della vita mia da vent’anni.. Che poi voi siete felicemente singòl e dite dite ma sempre un uomo cercate. Lei invece sì, che ha capito come se vive

Poi tace e mi riaccompagna alla porta. Ma ai saluti rilancia:
-E se se la prende sul serio da sola je faccio pure lo sconto 

3 Risposte to “El condomino pasa”

  1. Thumper Dice:

    dillo, dillo a quel signore lì che “a tratti due” vuol dire che IO verrò a trovarti… 😉

  2. gimbo Dice:

    o tempora o mores. una volta erano solo i maschi a prendere l’appartamentino per starci da soli o “a (molti) tratti” in due… ma si sa, todo cambia…

  3. Nicoletta Dice:

    io vorrei sape’ ‘ndo li trovi ‘sti aggenti immobbiliari!!!
    Ai “miei” tempi, trovavo solo cravattoni con il super nodo e l’aria di chi ti sta facendo un favore … almeno, così, c’è un lato ludico :-))

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS