Finché morte non ci separi


Tags:

Categoria: Parole   |    4 Comments »   |   

Io oggi, di storia d’amore, scelgo questa:

SOFFOCO’ MOGLIE MALATA ALZHEIMER, 86ENNE CONDANNATO A 9 ANNI

MILANO – Lo scorso luglio, a 86 anni, soffocò e uccise la donna con la quale era sposato da 65 anni, perchè non riusciva piú a sopportare che lei si stesse spegnendo lentamente a causa della malattia che l’affliggeva da tempo, l’Alzheimer. “Chiudo la partita. Questa non è piú vita. Chiediamo un ufficio funebre semplice e senza riferimenti alla vita terrena. Vi vogliamo bene”, aveva scritto l’uomo il 31 luglio scorso in un biglietto, prima di soffocare la moglie con un cuscino e di tentare di suicidarsi tagliandosi le vene, nella loro casa. Oggi l’anziano è stato condannato, con rito abbreviato, a 9 anni e 4 mesi di reclusione.

Poi vorrei serenamente e pacatamente aggiungere che in un Paese civile l’amore lo si rispetta. Non lo si arresta.

4 Risposte to “Finché morte non ci separi”

  1. beerbohm Dice:

    Dopo 65 anni di matrimonio non è uxoricidio ma legittima difesa. Se una non si decide a morire bisogna pur provvedere.

  2. MeriPop Dice:

    solo che alla fine lui è passato dagli arresti domiciliari a quelli in cella: ha provveduto malissimo.

  3. gimbo Dice:

    il colmo è che qui non scatta nemmeno la prescrizione, mentre… (censura)

  4. First Lady Dice:

    Mi spiace che non sia riuscito a morire con lei, probabilmente sarà questa la cosa più difficile da sopportare, molto di più del carcere….

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS