Vi prego, l’Actimel di placenta di scrofa no


Tags: , , ,

Categoria: Santocielo   |    4 Comments »   |   

L’ho trovato qui. Sono inorridita qua.
Poi ho visto che, per non farci mancare nulla, ne è arrivata sul mercato pure una versione strong, qui.

Adesso però giuratemi che non lo farete: ditemi che non vi scolerete questo Actimel di placenta di maiale.

Non lo farete perché siete personcine tutto sommato preparate al fatto che, si, effettivamente il tempo passa e il corpo cambia e porre un argine al declino è doveroso e a volte anche piacevole quando ciò avvenga in una beauty farm ma che, prima del crollo del contorno occhi, voi siete ancora in grado di monitorare il precipitare delle vostre capacità critiche.

Non lo farete perché, più ancora che il drink di placenta di scrofa, vi insospettisce l’idea che i giapponesi possano aver trovato l’elisir del sex appeal e non farne alcun uso.

Non lo farete perché, più ancora che l’Actimel di placenta, vi inorridisce l’idea di bervi qualsiasi cosa vi si propini dando per scontato che i primi a cui non piacete siete voi stesse.

Non lo farete perché se davvero qualcuno avesse trovato il rimedio per sconfiggere la cellulite, le smagliature e il rilasciamento cutaneo, sarebbero già crollate le quotazioni di Photoshop.

4 Risposte to “Vi prego, l’Actimel di placenta di scrofa no”

  1. luca Dice:

    oddio che schifo sto per vomitare

  2. MeriPop Dice:

    Ecco, infatti, c’è pure questo aspetto: l’impossibile permanenza nello stomaco. Soldi buttati due volte.

  3. Gimbo Dice:

    hai ragione meri, molto mejo il guanciale

  4. First Lady Dice:

    quoto Gimbo….poi vabbè che del maiale non si butta via nulla, però non esageriamo…

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS