Patrizia Palanca, la forza che neanche il terremoto ha piegato



Categoria: donne toste   |    1 Comment »   |   

Lei si chiama Patrizia. Patrizia Palanca. E’ una matematica e ha studiato facendosi onore e con stelle di prima grandezza. Il 24 agosto del 2016 trecento scosse di terremoto devastano il centro Italia e la sua vita.

Perde tutto. Beni, casa, mobili: tutto. Ma è viva. E non dimentica di essere anche una preside. Patrizia però ha perso anche quelle, le sue scuole. Non c’è più un edificio in piedi. Ce ne sarebbe per sfiancare chiunque. Non lei. Che, da allora, lotta come la sua chioma leonina promette perché i suoi ragazzi possano continuare ad essere uniti, ad andare a scuola da qualche parte, ad avere un punto di riferimento che non li destabilizzi ulteriormente. E come un leone Patrizia continua  battersi da allora in tutte le sedi.

Io l’ho conosciuta oggi, al Quirinale, dove ero andata a seguire la cerimonia degli “Alfieri della Repubblica”, ragazzi che in tutta Italia si sono distinti per quella che Sergio Mattarella ha definito “L’impalcatura della convivenza: la solidarietà”. Era lì perché tra i premiati c’è anche una delle sue ragazze. Storie delle quali vorrei parlarvi nei prossimi giorni ma di lei voglio parlarvi subito.

Me l’ha presentata la mia amica Beatrice e ci siamo sedute accanto. Senonché osservavo la fierezza e la tostaggine ma anche lo charme di questa donna, avvolta in una stola di antica eleganza e, soprattutto, issata su un paio di splendide scarpe decolletè. Che sono, da allora, la sua divisa d’ordinanza quando va in giro a perorare la causa. “Me le ha donate una casa di scarpe”.

“Ho potuto salvare molto poco. E ho vissuto con i vestiti in macchina. Ma -mi ha detto dall’alto del suo tacco 12- proprio quando stai inguaiata devi tirarti su. E il tacco è un ottimo inizio per risalire la china della dignità. Per me e per i miei ragazzi”.

When in trouble go chic. Patrizia Palanca, una delle migliori testimonial.

Una Risposta to “Patrizia Palanca, la forza che neanche il terremoto ha piegato”

  1. Pasquale Settefrati Dice:

    È bello sapere che tu e quAlcun’altro continuano a combattere per qualcosa

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS