La signora dei capelli


Tags: , , , , ,

Categoria: Andare, Fare, Rievoluzione   |    No Comments   |   

(interrompiamo la saga di Maori Pop per un annuncio importante)

Come spesso accade, è proprio quando non puoi più permettertelo che ne avresti più bisogno. No, non il fidanzato: il parrucchiere. Parlo per me ma assicuro che, nelle giornate No, spesso fa più una messa in piega di un pippone automotivante. In periodo di crisi economica la questione si aggrava.

Ma qui interviene un’idea che trovai geniale appena ne sentii parlare (dalla mia amica Alessandra, ve ne avevo parlato qui): si chiama “Un taglio solidale”, l’ha collaudato un salone romano che si chiama Riccio capriccio e permette alle donne che attraversano momenti difficili nel lavoro -cassintegrate, sottopagate, pensionate, precarie- di fare taglio e piega a 8 euro di cui 3 vengono donati al CAM, Centro Ascolto Uomini Maltrattanti, il primo in Italia dedicato ai maschi che vogliono smettere di essere violenti.

Io, che sono scettica dentro, all’epoca telefonai anonimamente per chiedere un appuntamento per una tinta, a prezzo pieno, il giorno di sto caspita di taglio solidale.

E mi risposero -Signora no, mercoledì abbiamo tutto il giorno impegnato per il taglio solidale. Possiamo prendere un altro appuntamento?

Presi. E andai. E mi venne incontro un’altra Alessandra, che è la capa (tosta) di tutta sta cosa. E mentre Ale mi strapazzava la cabeza (che è un donnone che lèvati) chiesi anche

-Scusate ma come fate ad accertarvi che effettivamente quelle che vengono siano persone in difficoltà?

E mi raccontarono che, al netto di tante vere verissime, in effetti ci fu anche chi si presentò scendendo dal taxi tutta addobbata e firmata, cosa che suggerì di aiutare il prossimo a essere più generoso. E meno str…. furbino, aggiungo io. (E questa, cari, è un po’ anche la differenza che passa tra i concetti di povertà e, come dice la mia amica Pat, di poraccitudine). Dunque ci si prenota con una scheda e insomma le istruzioni sono qui sotto e sul sito.

Allora, il taglio solidale riprende lunedì 21 settembre, è riservato alle ricercatrici precarie e ci si può prenotare FINO AL 13 SETTEMBRE (qui c’è il modulo per l’appuntamento).

Loro lo chiamano taglio solidale. Io lo trovo un gran modo per fare una piccola rivoluzione.

Taglio solidale

 

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS