La scelta di Emma


Tags: , ,

Categoria: donne toste, Fare   |    7 Comments »   |   

Due separazioni dallo stesso marito fa, in una fredda e piovosa sera romana, tornavo a casa a piedi sotto a un miniombrello. Via di Torre Argentina era deserta fatta eccezione per una figura minuta poco più avanti che si stava inzuppando per bene.

Mi avvicinai e le chiesi: “Posso darle un passaggio?”. Lei si voltò e rispose: “Grazie, sì. Lei capisce: donna, piccola, sola, radicale e pure bagnata”. Era Emma Bonino. La rividi durante l’ultimo governo Prodi: lei ministro, io portavoce di suo collega: donna, piccola, sola, radicale e sempre tosta. Finalmente all’asciutto.

Ho ripensato a lei in occasione della mia udienza di separazione in tribunale, quella definitiva, al termine della quale anche io mi ritrovavo donna, piccola, sola, cattolica e quasi libera. Ho comunque pensato che io, cattolica, senza quella donna piccola, sola e radicale non sarei mai stata affatto libera e sarei rimasta imprigionata tutta la vita in uno stato civile indissolubile. E le sono stata molto grata. Pur avendola avversata da giovane. Che gli anni che passano a qualcosa pure servono.

Non mi stupisce che affronti la sua malattia come ha fatto con tutto il resto della sua vita: a viso aperto. Mi stupisce, piuttosto, il fatto che gli anni che passano non siano mai serviti a convincerci fino in fondo -o a convincere la maggioranza- che, sì, meritavamo un Presidente così.

7 Risposte to “La scelta di Emma”

  1. Annamaria Barbato Ricci Dice:

    Cara Meri Pop,
    anch’io dispiaciutissima.
    Ma i tuoi volpini non l’avrebbero mai permesso.
    Baci

  2. Mammamsterdam Dice:

    bello, grazie, Anch’io oggi ho mandato una mail al suo staff per ringraziarla di tutto quello che ha fatto per milioni di persone, in Italia e fuori, gente che manco lo sa che differenza ha fatto nella sua vita avere una piccola donna radicale e tosta che ha fatto a botte per conto loro.

  3. Fabrizio Dice:

    Che confusione, la separazione c’era già prima della legge sul divorzio, sia nel codice Rocco, sia nel Diritto Canonico, il divorzio ha dato la possibilità di risposarsi, non quella di separarsi che c’è sempre stata.

  4. Giagina Dice:

    eh, tutta la vita travolta da quell’ingombrante uomo accanto

  5. MeriPop Dice:

    Quanto alla confusione: “Con la separazione legale i coniugi non pongono fine al rapporto matrimoniale ma ne sospendono gli effetti” e non c’è cessazione degli effetti civili né sul piano personale né sul piano patrimoniale.

  6. armida nardi Dice:

    Un grande abbraccio a quella piccola grande donna. Mi sarebbe piaciuto averla come Capo di Stato.

  7. enrico Dice:

    Signora Bonino,lei non è nè piccola, nè sola,donna lo è, radicale lo è da sempre,la sua storia è certamente da apprezzare, complimenti per come sta radicalizzando anche la malattia.
    Un grande abbraccio.

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS