Ouì, tu sì catastrophé


Tags: , , , , ,

Categoria: Fare, Santocielo   |    5 Comments »   |   

Della vicenda si parlò qui in tempi non sospetti per bocca di Grace, l’anello di congiunzione fra Cassandra e Luciano De Crescenzo, quando cioè Valèrie fu ricoverata per la crisi di nervi susseguente alla pubblicazione delle foto della crisi di corna, post dall’esaustivo titolo

Valerì si tu sapiv sticcos te n’aviva ì prima

nel quale si teorizzò della necessità di andarsene quando le corna si apprendono, non quando ne viene resa pubblica la notizia fotocorredata. E e ne scrisse mentre la signora giaceva in un letto d’ospedale in preda a una crisi di nervi.

Senonché, finite le pasticche, la signora ha imbracciato la tastiera invece che un kalashnikov ma raggiungendone risultati finali molto simili in fragore e devastazione, confezionando lo sputtanam la cronistoria sotto l’ulteriore sfregio del grato titolo “Grazie per questo momento”.

Ordunque non so cosa abbia deciso in proposito il mio guru Andrea Libraiodellaversiliadimeripo’. So, perché segnalommelo stamane il professor Pi, che alcuni colleghi francesi di Andrea hanno or deciso di non vendere il libro di Valèrie Rottweiler nel quale l’ex compagna del presidente della Repubblica francese Hollande rende improvvisamente incruenta, al confronto, la vendetta modalità Lorena Bobbit. Nel senso che lo fa proprio a fette. A le presidànt.

“Spiacenti non abbiamo il libro di Trierweiler, ma ci restano Balzac, Dumas, Maupassant, ecc”, hanno apposto gli ammutinati fuori dalle loro vetrine mentre in realtà stanno andando esaurite le prime 200 mila copie di tiratura (dunque sti 200mila dove se lo sono accattato?).

La riga di giornale dalla quale non riesco a disincagliarmi è però un’altra, quella che recita:

“Hollande ne ha letto degli stralci e poi ha mandato un sms a una conoscente: ‘Je suis catastrophé”. “Per me è una catastrofe”.

Mo’, Presidè, dico io, hai capito che già affidando alla supposta (nel senso ipotizzata) donna della vita tua alcuni momenti di intimità te li sei poi ritrovati tirati in 200mila copie tantopercominciare. Come ti può venire in mente di mandare un sms a “una conoscente”? Eh? Presidé, non so come dirtelo ma Ouì, tu sì catastrophè. Sì ‘na catastrofe.

5 Risposte to “Ouì, tu sì catastrophé”

  1. O' Femmenone Dice:

    MeriPop cara, direi que la catastrophe n’est pas finie..
    l’oblio è l’unica cosa che consiglierei a Monsieur le President !

  2. Rita Dice:

    e pure a Madame Valerie………….

  3. MeriPop Dice:

    eco appunto, les pannier sont lavés dans la machine à laver

  4. MeriPop Dice:

    eco nel senso di ecco

  5. SuperCaliFragili » Blog Archive » L’estate in cui viaggiai senza muovermi Dice:

    […] questi giorni tornato malamente in auge con la vicenda franzosa di Valerie Rottweiler della quale trattammo giusto qui. Invece, a rileggerlo da attempata, l’ho trovato uno dei viaggi più esaustivi intorno al […]

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS