Il cucchiaio di salsa


Tags: , , ,

Categoria: Baciare, Fare, Parole   |    No Comments   |   

E’ stato il giorno della Liberazione che, invitata a pranzo da Grace per quel sistema di Sister Welfare che assiste le spajate per scelta o per forza, dicevo invitata a pranzo, la incontravo prima lungo la strada di ritorno dal supermercato e diretta dal fioraio.

-Meripo’ ci vogliono i fiori di Hassan, jàmm

Hassan, all’approssimarsi di Grace, già iniziava a sudare freddo nonostante i 26 gradi e subito si parava innanzi ai contenitori di fioreria sconsigliabili per le adorabili Scassauànema. Ci consegnava quindi un fascio di calle e uno di tulipani lilla.

Con le calle in una mano, le pastarelle nell’altra e le leccornie nelle buste ci recavamo nella sua nuova magione dove allestiva sveltasvelta un sontuoso piatto di orecchiette “con salsa fresca, ricotta e parmigiano”. Mentre i pomodori piccadilly si trasformavano in una squisitezza senza pari, Ella, girando l’opera d’arte con la cucchiarella di legno, mi metteva a parte dell’ultima stilla di sentimentale saggezza

-Vedi Meripo’, come dice la mia amica, lo stato attuale del rapporto fra i sessi visto dalle donne si può così riassumere: in linea di massima si sta a pane e acqua. Ma il primo decente che ci si appalesa ci sembra un cucchiaio di salsa dopo la carestia: irresistibile, insostituibile e profumato di buono.

Siete troppo esigenti? Allora invece di starvi a impazzire mettetevi prima a pane e acqua. E poi fatevi sorprendere dal cucchiaio di salsa.

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS