Anche i Ris sulle tracce di Magris


Tags: , , , , ,

Categoria: Leggere, Parole   |    1 Comment »   |   

Oggi siamo qui con questo che inizia così:

Ragazzi, abituatevi: sarà sempre così da ora in poi. Appena pensate di sapere le risposte vi cambieranno le domande. E quando anche Pirandello sembrava finalmente acquisito, ecco che da Viale Trastevere vi piazzano Magris. Così la sindrome di Carneade riesplode: chi era costui?  State tranquilli: le tracce del triestino Magris non le troverebbero nemmeno i Ris, nei programmi scolastici, figuriamoci agli esami. Ma a voi è stato chiesto di riuscirci.

«Non c’è viaggio senza che si attraversino frontiere». Il punto infatti è la dogana. Abituatevi. Abituatevi a fare del vostro meglio con ciò che avete a disposizione. La maggior parte delle volte sarà poco, a tratti niente.

Dunque quale migliore prova di maturità che dimostrarsi principi dell’arte di arrangiarsi con ciò che si ha, quand’anche fosse solo nebbia fitta? Bora, in questo caso. Che non è la strappona della Quinta B. (continua cliccando qua)

Una Risposta to “Anche i Ris sulle tracce di Magris”

  1. Flaminia Dice:

    jesus, meno male che me la son cavata con quell’allegrone del Leopardi ! Confesso che questa mattina ero ancora intontita e ho avuto un seaching not found nella mia testa ! Solo ore dopo mi e’ tornato in mente e si’ che sono anche andata a sentire una sua conferenza/intervista..che testa! Ha ragione il mio ex psicopatico convivente ho un bit di ram !!

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS