Del perché se uno smette di volerci bene noi invece continuiamo


Tags: , , ,

Categoria: Posta melanzana, Pronto soccorso emotivo   |    No Comments   |   

Cara Meri Pop,
ha detto mamma che siete amiche e che tu hai i poteri. Mi chiamo Flavia e ho 10 anni. Ti scrivo perché la mia amica del cuore ieri mi ha detto che non mi vuole più bene. Io ci sono rimasta male. E mi è anche venuto il mal di pancia. Allora volevo chiederti: come mai se uno smette di volerci bene noi invece continuiamo anche se ci fa le cattiverie? E cosa si può fare per smettere?
Flavia

Cara Flavia,
effettivamente è un problema al quale ci si applica da tempo senza alcun successo. E pur essendo riusciti ad arrivare sulla luna non siamo ancora riusciti ad arrivare al cuore della compagna di banco. Non ti dico poi quando si cresce, che casini pasticci che succedono dentro e fuori i cuori.

Forse però già da ora è bene sapere che il mondo è pieno di persone molto belle ma lo è anche di persone con tanti problemi di spazio. Spazio dentro al cuore. Credo che la “cattiveria”, al fondo, sia proprio questo: un disperato bisogno di farsi spazio nel cuore degli altri pur dicendo che nel proprio, di cuore, di spazio non ne hanno. Ognuno di noi sta al mondo come può: loro ci sanno stare solo così. E’ un problema loro che però si riflette su di noi quando si sfogano “con le cattiverie”.

Che fare? Riflettere. E dirsi: questa bambina ha un problema, è come se avesse il raffreddore. Solo che starnutisce anche in faccia a me. Che devo fare? Non lo so bene neanche io, nonostante i poteri.  Però ho imparato che se uno ha il raffreddore e mi starnutisce addosso è consigliabile quantomeno scansarsi, almeno finché non guarisce. Non mi vuoi bene, non mi vuoi più come amica, hai un cuore con poco posto? Mi dispiace per te, non sai che ti perdi ma fai come vuoi. Non vuoi sederti accanto a me? E’ un problema tuo, non mio. Quando ti passerà, eventualmente, ne riparliamo. Eventualmente, Flavia, eventualmente.
Che te ne pare? Fammi sapere.
Meri Pop

P.S.
Ah, quanto al mal di pancia pensa che pure a me all’inizio veniva. E certe volte non mi andava di mangiare proprio niente. Poi ho scoperto che ci sono dei gelati con i poteri: non c’è problema che non possa trovare una soluzione dopo un bel cono al cioccolato e crema. Prova anche questo. E fammi sapere.

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS