I cento passi e le due mani


Tags: , , , , , ,

Categoria: ricordare   |    4 Comments »   |   

L’ho saputo solo molti anni dopo che quel 9 maggio 1978 la morte ci aveva presi a tenaglia. Non era solo la Renault rossa in Via Caetani a Roma. Ma era anche una carica di tritolo a Cinisi sotto il corpo di Peppino Impastato adagiato sui binari di una ferrovia.  Peppino Impastato era candidato al suo Comune e pochi giorni dopo gli elettori di Cinisi votarono il suo nome riuscendo ad eleggerlo, simbolicamente, al Consiglio comunale.

Molti anni dopo quel 9 maggio 1978 ho conosciuto il fotografo che tra i primi arrivò, invece, davanti alla Renault rossa di via Caetani. Non il primo a scattare, il primo – o fra i primissimi- ad arrivare. Lavoravamo nello stesso giornale. E quando gli chiesi perché la prima foto non fosse stata la sua lui rispose

-Perché piangevo. E mi tremavano le mani

4 Risposte to “I cento passi e le due mani”

  1. antonella golinelli Dice:

    <3

  2. maria antonietta serrao Dice:

    grazie per le tue “perle”

  3. MeriPop Dice:

    ogni tanto riemerge un “file” dall’archivio memoria… grazie a voi

  4. Fabiola Dice:

    Grazie. Emozioni. Sempre!

Lascia una Risposta

Copyleft SuperCaliFragili | Design by Riversman Entries RSS Comments RSS