Archive for aprile, 2011

I 10 motivi per i quali non si deve mai ringraziare un uomo

martedì, aprile 19th, 2011

1 – Perché ti fa sentire una strafiga
2 – Perché ti fa sentire fortunata
3 – Perché ti fa sentire l’unica (ho detto ti fa sentire)
4 – Perché ti fa sentire necessaria (l’ho ridetto)
5 – Perchè lo fa come un dio. Pure se è ateo
6 – Perché ha conservato la tua prima mail. O il primo sms. Per chiederti un giorno i danni. Ma intanto ce l’ha
7 – Per averti detto “sei bella” una volta sola. Che le altre te lo ha fatto sentire direttamente mentre ti guardava
8 – Perchè si ricorda i nomi delle tue amiche. E continua a chiamarti con il tuo
9 – Perché si accorge quando vai dal parrucchiere
10 – Perché si accorge quando è da troppo che non ci va lui

Sta solo facendo il suo dovere.
E sta ancora parecchio lontano dal mettersi in pari: con tutto quel po’ di casino che hai dovuto fare fino ad oggi tu, per fargli accorgere che esisti.

Perfetta Letizia

martedì, aprile 19th, 2011

Informiamo l’utenza che c’è una gabina alle porte e si aricandida anche la mamma di Batman.

MiCola Brambilla

lunedì, aprile 18th, 2011

Allora, la ministra italiana del Turismo va a Vinitaly. Cosa beve?

 

(Presa da Nipresa)

Livello odierno del dibattito politico in Italia

lunedì, aprile 18th, 2011

BOLOGNA. BERSELLI: ROSSOBLÙ SCONFITTI, MEROLA PORTA SFIGA
BOLOGNA – Il candidato del centrosinistra Virginio Merola “porta sfiga”. Così Filippo Berselli, numero uno regionale del Pdl dopo i risultati del Bologna calcio.

Atteso ad horas un comunicato della presidenza del Senato su “Mario scemo” e un dispaccio della Corte Costituzionale su “Gino copia”.

L’insostenibile efferatezza dell’essere

venerdì, aprile 15th, 2011

Era pronto un altro post. D’amore. Ma non ce la posso fa’. Scusate.

M.O.: POLIZIA HAMAS, ARRIGONI RITROVATO IMPICCATO =

Gaza, 15 apr. – (Adnkronos/Aki) – Il volontario italiano Vittorio Arrigoni è stato ritrovato impiccato in una casa abbandonata di Gaza City. E’ quanto ha riferito la polizia di Hamas, che ha rinvenuto il corpo nella notte in seguito a una segnalazione anonima. L’esecuzione è avvenuta ore prima dello scadere dell’ultimatum dal gruppo salafita al-Tahwir al-Jihad, che aveva dato a Hamas 30 ore per scarcerare i suoi leader in cambio del rilascio di Arrigoni.

Uso privato di blog sentimentale pubblico: auguri Lorè

giovedì, aprile 14th, 2011

Scusate ma oggi è il compleanno della nostra utentessa nonché commentatora Lauren Dupall e siccome però proprio oggi Meri sta a un simposio e non può nè organizzarle festicciuole in clima di assoluta eleganza e decoro, nè regalarle una statuetta di Priapo, nè tantomeno portarle bignè si vede costretta a rivolgerle deferenti auguri pubblici qui sopra.
Ora vado che ci ho Stephen Hawking che me stava a spiegà la dieta Dukan.

Momenti nei quali l’essere umano che dice No forse è bene che si vergogni

mercoledì, aprile 13th, 2011

PROCESSO BREVE: PDL-LEGA BOCCIANO NORMA PRO-AQUILA

Roma, 13 apr. – Durante le votazioni della mattina al ddl sul processo breve, le opposizioni hanno fatto un appello alla maggioranza per votare un emendamento del Pd che escludesse dalla ‘tagliola’ della prescrizione i reati piú gravi come quello della strage di Viareggio o per le responsabilitá sui crolli all’Aquila dopo il terremoto. La maggioranza non ha accolto la proposta. E così, l’emendamento a prima firma Donatella Ferranti, è stato bocciato.

A 50 anni dal primo piede sulla luna il Pdl mette la prima mano su un libro

mercoledì, aprile 13th, 2011

Dunque, una pattuglia di diciannove parlamentari del Popolo delle Libertà capitanati da Gabriella Carlucci, a 50 anni dal primo piede sulla luna, ha messo la prima mano su un libro. Sono giustamente partiti dai fondamentali: i libri di scuola. E si sono trovati davanti una “situazione vergognosa“: pagine piene di congiuntivi, preposizioni articolate, periodi di due righe senza manco uno spot in mezzo, participi passati, frasi principali e subordinate e persino perifrastiche.

Ci si sono messi di buzzo buono ma non sono venuti a capo di nulla: testi incomprensibili, roba che neanche Champollion con la stele di Rosetta. Finché hanno avuto l’illuminazione: chiaramente si trattava di messaggi cifrati. Cirillico. Messaggi comunisti.

Ed è stato allora che hanno deciso di ribellarsi: basta, “non possiamo più far finta di non vedere”. Che sennò dovremmo far finta che sappiamo leggere.

E insomma, a schiena dritta, seduti su ottocentesche seggiole fra arazzi e damaschi e con il lapis rosso e blu a roteare sulla pensosa testa, hanno infine stilato l’anatema contro i “tentativi subdoli di indottrinamento” per “plagiare” le giovani generazioni “a fini elettorali” dando “una visione ufficiale della storia e dell’attualita’ asservita a una parte politica”, il centrosinistra, “contro la parte politica che ne e’ antagonista”, ossia il centrodestra.

Gli risuonava pure quella canzone là, “meno male che Gramsci c’è”. “Noi non siamo più nelle officine”? Ettecredo: stanno tutti annidati dentro alle perifrastiche attive e passive dei libri di scuola. Un’indecenza.

Generazioni di menti plagiate dalla consecutio temporum invece che da “Amici”: ma che siamo impazziti?
E così gliene hanno scritte quattro, a ‘sti avanzi di confino: la ricreazione è finita. Vi abbiamo scoperti, cari i miei furbetti del quadernino e dunque ci vuole una Commissione di inchiesta nella quale uno squadrone di esperti si periterà di setacciare rigo per rigo il covo dove si annidano le moderne cellule insurrezionali: punti, virgole e punti e virgola.

E dunque mo’ basta. Oh. Cacchio. Punto esclamativo. Ed eversivo.

Just smarried: su Facebook l’allarmatore di zitellaggio

lunedì, aprile 11th, 2011

Donne, è arrivato l’allarmino. Dopo il salvalavita Beghelli ora c’è il salvazitelle di Zuckerberg: “E’ ora disponibile su Facebook una nuova applicazione chiamata Breakup Notifier che vi avvisa quando il vostro lui ideale interrompe la relazione attuale in modo da sapere quando fare la mossa giusta per conquistarlo”. Premesso che è qui che si spiegano gli innumerevoli vantaggi della rivoluzionaria applicazione, per la quale dovrete indicare nome e cognome dell’utente da voi tampinato e della cui riacquistata zitellaggine vi verrà data contestuale notifica tramite email, ora però vorrei sapere:

1) Cosa vi fa pensare che quello voglia riaccasarsi?
2) Cosa vi fa pensare che la dicitura “impegnato”, “fidanzato ufficialmente”, “sposato”, “concubino”, “ostaggio”, possa minimamente oggigiorno scoraggiare chicchessia  dall’accalappiarlo lo stesso?
3) Di norma quella parte del profilo lo pretendono, scritto e sottoscritto, le fidanzate-mogli-concubine-condomine, non il poveruomo: dunque siamo comunque alle false comunicazioni in bilancio.
4) Rendo noto al signor Zuckerberg dei miei stivali che non è la tempistica che manca: è tutto il resto. Quindi o mi avvisi ma mi dai anche le istruzioni per proseguire l’assemblaggio del rimorchio del caso di studio oppure, caro, ti astieni del tutto.

Che acquisire l’informazione che quello è libero, credimi, non solo è l’ultimo dei problemi: è, ormai, del tutto irrilevante.

Del sistema solare d’amore: ognuno un pianeta per cazzi propri. Ma con mirabile armonia

lunedì, aprile 11th, 2011

-Certo è incredibile ma pare che stavolta ne hai trovato uno come si deve
-Infatti no
-Che sòla prevedi?
-Da che sòla si parte: Universi paralleli. Che per uno sbaglio di sistema si so’ momentanemante incrociati
-Se per una volta due rette parallele non s’incontrano all’infinito ma si incontrano mo’, ce ne dobbiamo fare una ragione
-E però ‘sta retta sua non vorrei che m’arrivasse dritta dritta in testa mia. Meglio se me ne torno parallela
-Ma ‘sta retta ci ha tutti i punti a posto?
-E direi, sennò manco scomodavo il parallelo suo, provocando lo sbaglio di sistema mio
-Che poi non mi sembrate affatto universi paralleli
-Infatti, a momenti può essere che arrivi direttamente la collisione
-No. Mi sembrate piuttosto un sistema solare: ognuno un pianeta per cazzi propri. Ma con mirabile armonia
-Vabbè allora procedo co’ st’energie alternative
-Io non ci ho  manco più quelle residue
-Allora ciao
-Ciao
CLIC